Condividi

Cinque candidati per il M5S. Le correnti grilline si contano per le “comunarie”

venerdì 30 Dicembre 2016
grillo-compleannoCinque candidati a sindaco di Palermo, cinque come cinque sono le stelle del movimento griffato Beppe Grillo. Sorride con Samantha Busalacchi sospesa dai probiviri perché indagata nell’inchiesta firme false di Palermo, gira per il pub con Loredana Lupo, sorseggia un aperitivo con Francesco Lupo, fratello della deputata nazionale. L‘occasione è speciale, il cocktail organizzato in un locale di Palermo dai 5stelle in difesa della costituzione. Il voto del referendum è ancora caldo. Tiziana Di Pasquale non sa ancora che da lì a poco sarebbe finita nella top five da dove a breve uscirà fuori il candidato grillino a sindaco di Palermo. Di Pasquale è un ingegnere, s’è avvicinata al movimento nell’estate dell’anno scorso, all’inizio è vicina ai cosiddetti ‘moderati’. Di Pasquale qualche giorno fa viene ritratta in alcune foto postate su Facebook in compagnia dei ‘monaci’, la corrente del parlamentare Riccardo Nuti, anche alla festa di compleanno del ‘Grillo di Palermo’, lo storico meetup dove risulta iscritta; in realtà è la sola tra la rosa dei papabili ‘sindaci’, gli altri 4 concorrenti al voto on line, che si celebrerà a gennaio, infatti hanno optato per l’alternativa.

Ugo Forello
, Giulia Argiroffi e Giancarlo Caparotta stanno nel meetup ‘Palermo in movimento’, creato qualche giorno fa dall’attivista Adriano Varrica, mossa che ha sancito la scissione del gruppo dei 5stelle nel capoluogo siciliano, travolto dallo scandalo delle firme false per le comunali del 2012, inchiesta che la Procura sta per chiudere con le richieste di rinvio a giudizio. Equidistante dai due schieramenti invece è Igor Gelarda, poliziotto, considerato l’outsider tra i cinque. Stando ai numeri, in questo momento sembra che i ‘monaci’ stiano subendo il colpo dello scandalo. Gran parte dei 37 candidati consiglieri per le comunali della prossima primavera, scelti dai 524 votanti sul web – meno di un terzo dei 2 mila iscritti al blog di Grillo con diritto di voto – sono vicini al neo meetup ‘Palermo in movimento’ che ha in Gianpiero Trizzino, deputato regionale all’Ars, il punto di riferimento nelle istituzioni.
referendumeLe grandi manovre sono cominciate. Ufficialmente nessuna indicazione di voto, in realtà si lavora sottotraccia. Il grande favorito è Ugo Forello, avvocato e tra i fondatori di Addiopizzo. E’ il ‘grande nemico’ dei ‘monaci’: l’avvocato Domenico Montalbano, legale dei deputati nazionali indagati (Riccardo Nuti, Claudia Mannino e Giulia Di Vita), in un esposto ha indicato Forello come il manovratore, colui che ha convinto i deputati regionali Claudia La Rocca e Giorgio Ciaccio, anche loro indagati, a collaborare con la Procura. Su Forello potrebbero convergere i voti delle ‘colombe’ anche perché, spiega una fonte grillina a ilSicilia.it, Giulia Argiroffi, due lauree in ingegneria e architettura, e Giancarlo Caparotta, anche lui ingegnere, che fanno parte dello stesso gruppo, non avrebbero fatto salti di gioia alla notizia di essere stati inseriti nell top five. In mezzo c’è Igor Gelarda, il poliziotto sindacalista che si è dato molto da fare negli ultimi mesi, mostrandosi in diverse occasioni a fianco di Luigi Di Maio e attirandosi per questo i sospetti degli attivisti storici. Su gelarda puntano alcuni attivisti rimasti ai margini del movimento perché in rotta con i ‘monaci’. Tra i suoi sponsor il poliziotto può vantare certamente Luigi Scarpello, l’imprenditore che quattro anni fa prestò il locale di via Sampolo, trasformato dai 5stelle in comitato elettorale, dove ssarebbe avvenuta la falsificazione delle firme. Scarpello è nella lista dei candidati a consigliere comunale, così come Mauro Giulivi, l’attivista ‘monaco’ che ha chiuso il forum pentastellato accelerando la scissione nel movimento.
Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia, Amato e Corrao: “Una Sanità migliore è possibile solo con scelte mirate” CLICCA PER IL VIDEO

Serve un tagliando alla sanità siciliana in vista della stagione delle influenze e dei virus nel secondo anno post Covid? E quali sono i principali che attanagliano la Sicilia della domanda e offerta di sanità pubblica?

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.