Condividi

Colombiana uccisa dalla vicina di casa, l’indagata: “Ho agito per legittima difesa”

sabato 6 Febbraio 2021

Ha agito per legittima di difesa. E’ la tesi sostenuta da Georgeta Colesnicenco, la 47enne romena fermata due giorni fa dalla polizia per l’omicidio di una 42enne colombiana, ferita mortalmente con una coltellata all’addome, a Catania durante una lite tra vicini di casa.

Durante l’interrogatorio di garanzia reso davanti al Gip, la donna ha sostenuto di “essere stata aggredita all’interno della propria abitazione, da tre persone, compresa la donna deceduta“, che, “colpendola con violenti calci, pugni e spintoni”, le avrebbero “provocato lesioni sul collo“. Ferite che, secondo l’indagata, le sarebbero state “riscontrate e refertate” prima del suo ingresso nel carcere Pagliarelli di Palermo dove è detenuta.

La linea di difesa è contenuta nella richiesta di incidente probatorio presentata al Gip dal suo legale, l’avvocato Pietro Ivan Maravigna. Il penalista chiede che “venga disposta una perizia sul corpo” della sua assistita per “accertare la sussistenza di tale riferite lesioni” a quando risalgono e per “chiarire se siano state autoinferte” o se la donna sia “stata vittima di un’aggressione”.

Il Gip si è riservato di decidere. L’avvocato Maravigna, nel rendere nota la sua iniziativa, sottolinea come “grazie all’impegno di Ilaria Cucchi e ad associazioni come ‘Nessuno tocchi Caino’ oggi non entra nessuno in una struttura carceraria senza essere stato prima sottoposto ad una visita medica”.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Europee, la diretta in studio: analisi, ospiti e commenti CLICCA PER IL VIDEO

Dagli studi de ilSicilia.it le prime riflessioni sulle elezioni europee

BarSicilia

Bar Sicilia dal ‘Vittorio Morace’ di Liberty Lines, Cotella: “Ecco il primo ibrido al mondo”

I lettori de ilSicilia.it possono godersi in quest’anteprima le novità dell’imbarcazione chiamata a collegare i mari e i viaggiatori di Sicilia, in particolare tra Trapani e le Egadi

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.