Condividi

Comune di Palermo, approvato il bilancio. Ma i fondi per il tram vengono ‘dirottati’

giovedì 31 Dicembre 2020

Il Consiglio comunale di Palermo ha approvato il bilancio dirottando su altri capitoli i fondi che il sindaco Leoluca Orlando voleva destinare alle opere accessorie del tram e bocciando il mutuo per la nuova infrastruttura. Il consiglio, trasversalmente, ha approvato tre emendamenti che stravolgono il bilancio secondo la giunta.

I consiglieri di Sinistra comune hanno abbandonato l’aula. La manovra e’ passata con i 16 voti favorevoli della maggioranza, nove contrari e un astenuto, e grazie alla presenza delle opposizioni che hanno garantito il numero legale. La tari non dovrebbe aumentare secondo quanto detto dall’assessore Sergio Marino ai consiglieri comunali.

Il gruppo del M5s in consiglio dice che il consiglio “con un lavoro trasversale fra gruppi di minoranza e maggioranza ha riportato sulla Terra il sindaco di Palermo e la sua giunta destinando le somme dell’avanzo vincolato del 2021 alle vere emergenze della citta’ e delle sue periferie: strade, scuole, cimitero, progettazione. L’emendamento approvato prevede infatti che il tesoretto di 20.136.126,14 euro dovra’ essere ripartito nel 2021 sui seguenti investimenti ritenuti di prioritaria importanza per la citta’: 3.500.126,14 euro per interventi urgenti per l’emergenza cimiteriale (con particolare riferimento alle opere e/o interventi di manutenzione straordinaria nel cimitero dei Rotoli e per l’acquisto e l’istallazione di loculi prefabbricati); 10.136.000 euro per manutenzione di strade e marciapiedi, cosi’ come previsto dall’accordo quadro di cui all’art. 34 codice dell’affidamento dei lavori su strade marciapiedi ed aree pubbliche della citta’ di Palermo; 5.500.000 euro per interventi straordinari di edilizia scolastica e manutenzione del patrimonio comunale, anche secondo le previsioni di cui agli accordi quadro stipulati dall’Amministrazione comunale; un mln di euro per progettazione esterna di opere ed interventi straordinari e di straordinaria manutenzione di competenza comunale”.

LA DICHIARAZIONE DI FABRIZIO FERRANDELLI (+EUROPA)

“Stamane all’alba, il tenace lavoro di proposta delle opposizioni, su cui si è registrata la convergenza di parte del consiglio, ha donato a Palermo un nuovo argine allo scatafascio dell’ ultima amministrazione Orlando – queste le dichiarazioni a caldo del capo dell’opposizione e componente della segreteria nazionale di + Europa Fabrizio Ferrandelli.

Il bilancio votato poche ore fa, sebbene compromesso da anni di gestione lenta, priva di prospettiva e volta al galleggiamento, contiene al suo interno nuove potenzialità su cui lavorare inserite con successo dalle nostre proposte di modifica:
– stop all’accensione del mutuo milionario da fare pagare alle future generazioni per la realizzazione di altre inutili, quanto dispendiose, linee del tram
– destinazione di circa 20 mln di euro alla manutenzione di strade, sottopassi, marciapiedi, edifici scolastici
– 3,5 milioni destinati all’emergenza cimiteriale, con particolare attenzione a quella dei Rotoli su cui l’amministrazione è bloccata
– destinazione di tutte le somme liberate sul capitolo personale (economie, pensionamenti, turn over) all’aumento delle ore del personale part-time, alle progressioni di carriera e immissione in servizio di nuove professionalità per sbloccare le carenze di organico e le disfunzioni organizzative all’origine di molti disservizi ai cittadini

C’è ancora molto da fare, tra cui bloccare l’aumento del 30% della tassa sui rifiuti con cui Orlando intende coprire i guasti gestionali di Rap, ma ieri in aula abbiamo lanciato una traiettoria diversa.

Per la prima volta, durante la votazione dello strumento economico-finanziario, Sinistra Comune, forza politica che esprime la guida della commissione bilancio, è stata costretta ad uscire abbandonando l’aula.
Segno di una stagione ormai al tramonto e dell’inizio di un nuovo percorso per cambiare ricetta ed anche chef – conclude duramente Ferrandelli.

LA DICHIARAZIONE DI IGOR GELARDA (LEGA)

Gelarda: Bilancio approvato, ma tolti soldi al tram e dati per emergenze della città. Orlando di fatto sfiduciato e maggioranza in frantumi

“Il tentativo dell’amministrazione Orlando di mettere sul tram le poche somme disponibili libere nel bilancio è naufragato. Orlando avrebbe voluto accendere un mutuo di 20 milioni di euro per il tram, ed utilizzarne altri 16, provenienti da avanzo vincolato, per opere accessorie sempre del tram- dichiara il capogruppo della Lega Igor Gelarda. Con un atto politicamente importante il consiglio comunale ha modificato fortemente il bilancio, bloccando l’accensione del mutuo per il tram e stornando quasi 21 milioni di euro su alcuni investimenti di prioritaria importanza per la Città, per i quali non era incredibilmente previsto nulla in bilancio. Tre milioni e mezzo di euro per l’emergenza cimiteriale dei Rotoli, la cui situazione è assolutamente vergognosa; oltre 10 milioni di euro per manutenzione di strade e marciapiedi. Cinque milioni e mezzo per interventi straordinari per la manutenzione dell’edilizia scolastica e del patrimonio. Un milione di euro per la progettazione esterna di opere ed interventi straordinari di competenza comunale. Inoltre 3 milioni di euro per il 2021 e 3,9 per il 2022, oltre all’impegno di utilizzare le economie provenienti dal turn over del personale, verranno utilizzati per le risorse umane in servizio presso il comune di Palermo- continua Gelarda. Nello specifico somme che il consiglio chiede all’amministrazione comunale di impegnare per l’aumento delle ore di tutte le categorie dei lavoratori Part-time fino alle 34 ore settimanali e all’assunzione di nuovo personale; oltre alle progressioni di carriera.

Si tratta di una dura sconfitta politica per il sindaco Orlando, frutto in realtà di una profonda presa di coscienza di quasi tutto il consiglio comunale. La riprova è stata l’uscita dall’aula, durante il voto, di Sinistra Comune. Una sconfitta che corrisponde ad una sfiducia da parte dell’aula e la dimostrazione che questo progetto di tram non è una priorità per la città di Palermo. E’ chiaro che da questo momento il sindaco Orlando non ha più una sua maggioranza e che si navigherà a vista, e male, fino a fine consiliatura, conclude Gelarda”

LA DICHIARAZIONE DI ANDREA MINEO (FORZA ITALIA, VICEPRESIDENTE COMMISSIONE BILANCIO)

Nessun nuovo mutuo sulle spalle dei Palermitani ma risorse destinate alle priorità: cimiteri, manutenzione strade e scuole con uno sguardo rivolto ai giovani.
Il Consiglio Comunale ha detto no a un nuovo mutuo per le linee tram e riprogrammato oltre venti milioni di euro da destinare alle vere priorità.
In una città dalla quale sempre più giovani sono costretti a fuggire inoltre siamo riusciti a portare all’approvazione registrando grande condivisione un importante provvedimento finalizzato a prevedere forme di aiuto per i Giovani che svolgono attività di impresa.
Un segnale a nostro avviso molto importante e un auspicio per la ripartenza in un anno molto difficile per le categorie produttive e per i giovani.
Saremo a lavoro sin dai primi giorni dell’anno venturo per dare concretezza a questa proposta in tempi brevi.

LA DICHIARAZIONE DI ROSARIO FILORAMO (PD)

L’emergenza rifiuti della città di Palermo che come PD abbiamo tante volte denunciato non si può affrontare cominciando dall’aumento del 28% della TARI. Non è pensabile che i cittadini di Palermo siano ulteriormente gravati da un aumento che serve a coprire i danni causati da scelte gestionali e organizzative che si stanno dimostrando sbagliate. Vanno aggrediti con decisione e coraggio i veri nodi: impiantistica inesistente per gravi responsabilità del Governo Musumeci; assenza di un piano regionale rifiuti; approssimazione nella gestione della discarica di Bellolampo; infiltrazioni del malaffare e della mafia nella gestione del ciclo dei rifiuti; assenza di una seria lotta all’evasione col risultato che a pagare sono sempre gli stessi; ritardi ormai decennali nel sistema di raccolta differenziata. A fronte di queste gravi responsabilità il PD non intende avallare l’aumento della Tari a fronte di un servizio inefficiente e di una città sporca. La direzione della Rap si assuma le responsabilità di queste gravi carenze che non possono essere scaricate ancora una volta sui cittadini.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.