Condividi
il fatto

Corleone, fondi alluvione 2018. Nicolosi: “In sicurezza il centro abitato”

lunedì 10 Ottobre 2022

Consegnati a Corleone i “lavori di intervento di mitigazione del rischio idrogeologico per frana nel centro urbano e lungo le vie di collegamento ai quartieri Calvario, San Giacomo e San Marco – lotto 1” che saranno realizzati dall’Impresa Stracos s.r.l. con sede in Regalbuto (En) che ha offerto un ribasso del 30,8379% sull’importo posto a base di gara di euro 640.008.78.

I lavori che hanno un quadro economico complessivo di 995.00,00 euro finanziati interamente dal Ministero dell’Interno, riguardano il programma di messa in sicurezza del territorio comunale a seguito dei dissesti idrogeologici verificatesi nel novembre 2018. In particolare, sono previste delle opere strutturali per la messa in sicurezza del costone e per ripristinare la precedente viabilità che presentano un alto grado di complessità ed è per questo che è stato richiesto all’impresa la categoria prevalente SOA OS21.

Finalmente inizia un’altra importante opera attesa da tempo – dichiarano il sindaco di Corleone Nicolò Nicolosi e l’assessore ai Lavori pubblici Salvatore Schillaci –. L’alluvione del novembre 2018 ha causato delle profonde ferite nel nostro territorio. Questo è il primo di una serie di interventi – sottolineano Nicolosi e Schillaci – che hanno come obiettivo quello di mettere in sicurezza il centro abitato da rischi idrogeologici. Nei prossimi mesi inizieranno altre opere sia nella zona San Giacomo Poggio che nella via Salvatore Aldisio, Contrada Caputo. Questi interventi sono stati programmati all’inizio di questa legislatura ma a causa dei tanti adempimenti burocratici solo ora ci consentono di poter iniziare i lavori anche grazie all’impegno e alla dedizione dei tecnici e dell’intero staff dell’ufficio Lavori pubblici a cui va sempre il nostro ringraziamento per il lavoro che svolgono“.

I lavori saranno monitorati dall’area lavori pubblici guidata dall’ing. Massimo Grizzaffi che è coadiuvato dal Geom. Paolo Russo.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, i beni culturali fonte di reddito per l’Isola. Malfitana: “Sviluppare opportunità di lavoro per i nostri giovani” CLICCA PER IL VIDEO

E’ importante creare una sana sinergia tra il pubblico e il privato per mettere a frutto tutte le potenzialità dei nostri beni culturali

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.