Condividi

Coronavirus a Palermo: porta del cibo alla propria compagna, multato

lunedì 27 Aprile 2020
polizia-controlli-coronavirus-autocertificazione-
Foto archivio

Continuano le segnalazioni, registrate in tutta Italia, relative alle emissioni di verbali, da parte delle Forze dell’Ordine, che non terrebbero conto delle effettive motivazioni riportate nelle dichiarazioni esibite dai cittadini.

Il fatto stavolta è accaduto a Palermo, più precisamente domenica 26 aprile. La storia riguarda Alessandro Pirrotta, al quale è stato formalizzato un verbale da 533 euro dopo essere stato fermato, da alcune volanti della Polizia di Stato, ad un posto di blocco in viale Regione siciliana.

Pirrotta si sarebbe recato a casa della sua fidanzata per portarle del cibo per il pranzo, in quanto impossibilitata a recuperarlo anche con richieste di consegne a domicilio, considerato che il servizio nei giorni feriali è sospeso.

Al ritorno, all’altezza di Fondo di Carlo, sito in viale Regione Siciliana a Palermo, fermato per un controllo, nonostante Pirrotta fosse munito di autocertificazione, che a norma di legge lascia il tempo che trova secondo l’articolo 13 della Costituzione (il DPCM è appunto un decreto non una legge codificata – ndr), dopo aver mostrato documenti personali e del veicolo, gli è stata notificata la sanzione che, secondo lo stesso Pirrotta, non terrebbe conto della reale motivazione addotta per lo spostamento, tanto da non essere stata nemmeno riportata tra le note del verbale.

verbale coronavirus

Non ho alcuna intenzione di pagare questo verbale – ha dichiarato Pirrotta – perché avevo una giusta motivazione per il mio spostamento, che loro non hanno minimante tenuto in considerazione, l’unico mio errore è stato non leggere il verbale, fidandomi del fatto che avessero riportato la mia dichiarazione, e firmarlo. Questa mattina ho già contattato il mio avvocato, procederò secondo le vie legali, perché trovo ingiusto che nonostante abbia rispetto tutte le norme, compreso l’autocertificazione compilata che è già un abuso, si verifichino queste situazioni. Sembra che abbiano solo bisogno di fare cassa, siamo in dittatura”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Turano: “Trapani rivendichi l’orgoglio di esprimere i suoi rappresentanti” CLICCA PER IL VIDEO

L’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione professionale a tutto campo a Bar Sicilia

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.