Condividi

Droga, 16 arresti nell’operazione Baly. “Ergastolano gestiva traffico di droga dal carcere”

mercoledì 30 Novembre 2016

Pianificavano furti e rapine per sovvenzionare l’acquisto di grosse quantità di stupefacenti, rifornendo il mercato di molte province dell’Isola. Il Gip del Tribunale di Catania ha emesso un provvedimento di misura cautelare nei confronti di sedici persone accusate di associazione a delinquere finalizzata al traffico di droghe tra cui cocaina e marijuana. L’operazione è stata denominata Baly.

Gli arrestati sono Gianluca e Fabio Spampinato di 35 e 33 anni, Roberto Vitale di 42 anni, Pierpaolo Mario Monterosso di 47 anni, Salvatore Tomarchio di 39 anni, Alessandro Papa di 30 anni, Domenico Tosto di 48 anni, Gaetano Trombino di 39 anni, Dino Greco di 39 anni, Rosa Pace di 48 anni, Rosario Cammaroto di 41 anni, Roberto Cosentino di 44 anni, Roberto Cerami di 43 anni, Daniele Buttafuoco di 38 anni e Mario Pace di 57 anni già detenuto nel carcere di Padova.

Le direttive al sodalizio criminale venivano impartite dal carcere con un personal computer – sequestrato dalla Polizia Penitenziaria nell’ambito di altri procedimenti – da parte di Mario Pace, di 57 anni – considerato uno dei promotori dell’organizzazione e tra i destinatari dei provvedimenti restrittivi. Pace, presunto esponente del clan Cappello, sta scontando nel carcere di Padova l’ergastolo per omicidio e associazione mafiosa; tramite la sorella Rosa, di 48 anni – sottoposta all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria – e un altro detenuto – anch’egli interessato dall’ordinanza -, con il quale comunicava tramite ‘pizzini’, faceva arrivare in Sicilia le indicazioni per l’attività di spaccio. Dalle indagini è emerso inoltre che gli indagati pianificavano furti e rapine per finanziare l’acquisto di cocaina dall’Olanda e di marijuana dal rione di Librino.

Lo smercio dello stupefacente avveniva attraverso un’attività commerciale dell’hinterland catanese e tra Gravina di Catania e Mascalucia fruttava circa 30mila euro a settimana. Il sodalizio, che gli investigatori non ritengono legato alla criminalità organizzata, è stato smantellato dai carabinieri, che all’alba di stamane hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip del Tribunale di Catania.

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia, Dipasquale (Pd): “Fronte compatto contro il governo Schifani” CLICCA PER IL VIDEO

Due volte sindaco di Ragusa e deputato regionale del Pd, all’Ars dal 2012, Nello Dipasquale, è ospite questa settimana a Bar Sicilia.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.