Condividi
Il fatto

Era latitante da novembre, arrestato spacciatore a Catania

giovedì 13 Giugno 2024

Si era reso irreperibile dallo scorso novembre, ovvero da quando il Tribunale di Catania aveva emesso un ordine di carcerazione nei suoi confronti, poiché arrestato mentre spacciava in una “piazza di spaccio” di via Capo Passero.

Durante il blitz delle Forze dell’Ordine, il 26enne era stato trovato in possesso di una busta di plastica contenente diversi involucri di cocaina e marijuana, pronti per la vendita al dettaglio ed inoltre durante la fuga, aveva tentato di disfarsi di un’altra busta contenente involucri di cocaina crack ed una radio ricetrasmittente, di quelle utilizzate dai pusher per gestire le “piazze di spaccio”.

Subito dopo l’arresto, il pusher era stato collocato agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida, ma la mattina dell’udienza, quando gli operanti si sono recati a casa per tradurlo nell’aula di Tribunale al cospetto del Giudice, il 26enne non si è fatto trovare rendendosi di fatto irreperibile. Da quel momento del giovane non si è avuta più nessuna traccia. All’esito dell’udienza di convalida, celebrata in sua assenza, il Giudice ha convalidato l’arresto e ha disposto la misura della custodia cautelare in carcere.

I Carabinieri del Nucleo Investigativo hanno individuato il catturando la scorsa mattina, all’interno di un appartamento al 5° piano di via Porta di Ferro nel quartiere Civita, dove il 26enne stava eseguendo dei lavori di muratura nell’abitazione del padre. I militari dell’Arma lo hanno stanato a seguito di alcuni servizi di osservazione, durante i quali hanno monitorato i movimenti del pusher, e una volta avuta la certezza della sua presenza in quell’appartamento è scattato il blitz. Quando i militari hanno fatto irruzione nell’ immobile, il 26enne era intento a verniciare una parete quindi, bloccato e messo subito in sicurezza non ha avuto il tempo di reagire ne di tentare la fuga.

A carico dell’uomo è stata applicata la misura della custodia cautelare in carcere disposta con provvedimento emesso dal Tribunale lo scorso novembre, motivo per cui è stato ristretto presso la casa circondariale di Piazza Lanza.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, i beni culturali fonte di reddito per l’Isola. Malfitana: “Sviluppare opportunità di lavoro per i nostri giovani” CLICCA PER IL VIDEO

E’ importante creare una sana sinergia tra il pubblico e il privato per mettere a frutto tutte le potenzialità dei nostri beni culturali

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.