Condividi

Etna, Catania ricoperta di cenere: “Cautela in strada e uso di mascherine”. Aeroporto operativo

mercoledì 7 Luglio 2021
foto d'archivio

 

L’amministrazione comunale di Catania, d’intesa con il dipartimento regionale della protezione civile, segnala “la pericolosità di percorrere le strade cittadine di Catania, sia a piedi che con mezzi motorizzati, a causa dell’ emergenza cenere, per via del nuovo intenso parossismo eruttivo dell’Etna“.

La città è per la gran parte ricoperta dalla cenere vulcanica. Sulle piazze, le strade e i tetti di Catania è presente un fitto strato di materiale piroclastico che compromette la circolazione viaria, con problemi di aderenza a causa del terreno sdrucciolevole e per questo il Comune “raccomanda la massima prudenza negli spostamenti“.

È consigliabile inoltre – si sottolinea da Palazzo degli Elefanti – utilizzare la mascherina anche all’aperto, per proteggere le vie respiratorie e che anziani e persone con disabilità motorie restino a casa. Il Comune di Catania, la notte scorsa, ha attivato le azioni operative previste dal piano di protezione civile, con presidio e monitoraggio a tutela della sicurezza dei cittadini“.

Le operazioni di rimozione della cenere dalla pista dell’aeroporto di Catania si concluderanno con un’ora di anticipo rispetto al previsto: lo scalo tornerà operativo a partire dalle 9.30.

Lo rende noto la Sac, società che lo gestisce, sottolineando che “potrebbero comunque verificarsi ritardi“. Per questo la Sac invita i passeggeri ad “informarsi sullo stato del proprio volo con le compagnie aeree“. Informazioni sull’operatività generale dell’aeroporto sono disponibili sul sito ufficiale dello scalo.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, i beni culturali fonte di reddito per l’Isola. Malfitana: “Sviluppare opportunità di lavoro per i nostri giovani” CLICCA PER IL VIDEO

E’ importante creare una sana sinergia tra il pubblico e il privato per mettere a frutto tutte le potenzialità dei nostri beni culturali

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.