Condividi

Ex Pip, sit-in davanti alla sede dell’assessorato regionale al Lavoro | Video

mercoledì 18 Luglio 2018

Guarda il video in alto

Non demordono i lavoratori ex Pip del bacino “Emergenza Palermo”. Oggi un gruppo di loro, iscritti alla Filcams Cgil, si è dato appuntamento davanti alla sede dell’assessorato regionale alla Famiglia e al Lavoro per chiedere di incontrare l’assessore Mariella Ippolito e per tenere alta l’attenzione del governo regionale. A breve, infatti, si attende la presentazione delle controdeduzioni all’impugnativa sollevata dal governo nazionale su alcuni articoli dell’ultima legge Finanziaria approvata dall’Ars, tra i quali quello che prevede la stabilizzazione dei 2.800 ex Pip.

Nel frattempo, ieri, la Filcams Cgil ha inviato una richiesta formale al ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio per l’istituzione di un tavolo interistituzionale, al fine di trovare una soluzione condivisa, tra Roma e Palermo, e definitiva per la loro stabilizzazione.

“Il segretario particolare dell’assessore – ha detto Maria Grazia Guttuso, ex Pip e rappresentante sindacale della Filcams ci ha riferito che il governo ha la buona volontà di produrre la documentazione per evitare l’impugnativa. Come Cgil rivendichiamo il fatto che abbiamo più volte chiesto l’incontro con il presidente Musumeci e con gli assessori di competenza, ma ad oggi nessuno ci ha risposto. Dal momento che c’è la volontà di risolvere la questione non capiamo, appunto, il motivo per cui non ci riceve”.

I manifestanti si sono presentati in via Trinacria indossando una maglia con su scritto “Ex Pip fantasmi nella pubblica amministrazione, lavoratori in nero da 18 anni”, per sottolineare il loro status di “non lavoratori” visto che non hanno mai avuto un solo giorno di contribuzione per i servizi prestati presso gli enti regionali nei quali svolgono le loro mansioni. Mansioni del tutto uguali a quelle dei dipendenti pubblici. Il compenso percepito è, infatti, un’indennità di sostegno al reddito e non uno stipendio.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.