Condividi

Giardini Naxos, maltempo senza tregua. L’Alcantara ‘assedia’ il depuratore [Video]

mercoledì 21 Dicembre 2016

Dopo alcune ore di tregua le piogge tornano ad imperversare sulla zona ionica e sul versante dell’Alcantara mettendo nuovamente pressione sul depuratore consortile ormai minacciato da vicino dalle acque. Sale il livello del fiume e la piena è ormai un incubo concreto per l’impianto comprensoriale che serve i Comuni di Taormina, Giardini Naxos, Letojanni e Castelmola.

I vertici del Consorzio, presieduto da Andrea Raneri, si sono rivolti alla Protezione Civile e al Genio Civile, informando della situazione anche il Prefetto di Messina e il Governo regionale. Il rischio che incombe da vicino è quello di un disastro ambientale che colpirebbe la zona tra Taormina e Giardini, che da sole fanno circa 2 milioni di presenze turistiche. Il danno potrebbe registrarsi sia nell’immediato sia anche in vista dei prossimi mesi, poiché il mancato funzionamento dell’impianto di contrada Pietre Nere potrebbe causare serie difficoltà nella stagione turistica.

Le strumentazioni che effettuano la depurazione delle acque sono nel mirino dell’Alcantara che le ha assediate e sta progressivamente scavando alle fondamenta del muro che divide il depuratore dal fiume. “Si tratta di un’azione erosiva lenta e costante che dura da anni ma nessuno ci ha mai aiutati. Ancora adesso abbiamo lanciato l’allarme ma aspettiamo risposte concreti. I sopralluoghi e gli aspetti prettamente burocratici non bastano più“, ha evidenziato Raneri. Come detto, nella mattinata il tempo sembrava voler concedere una tregua con la conseguente possibilità di verificare lo stato dei luoghi con una una maggiore serenità, tuttavia il maltempo si è immediatamente riproposto facendo risalire di conseguenza anche il livello delle acque che sembra aver diminuito la portata.

Il Consorzio – aggiunge Raneri –ha predisposto una scheda per l’inserimento di un progetto che ha presentato il Comune di Giardini a seguito della sottoscrizione di un protocollo d’intesa col nostro ente. Attraverso questa procedura il progetto dovrebbe essere inserito tra quelli finanziabili, ma al momento continuiamo ad attendere. Tuttavia è evidente che in questa vicenda non c’è più tempo da perdere“. L’auspicio è che in qualche modo le condizioni atmosferiche possano attenuare la pressione delle piogge e far calare il livello delle acque, altrimenti si prospetterà sempre più concretamente un disastro ambientale.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il popolo del Reddito di Cittadinanza in rivolta a Palermo: “Meloni, non siamo parassiti” CLICCA PER IL VIDEO

Numerosi percettori del reddito di cittadinanza si sono riuniti per protestare contro la riforma del governo Meloni

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.