Condividi

Il sondaggio. Migliorare le strade e incentivi alle imprese che assumono le priorità da voi indicate per il governo Musumeci

lunedì 26 Marzo 2018
foto di repertorio

Migliorare la viabilità, sistemando le strade e potenziando i collegamenti interni. Questa, secondo voi lettori, la priorità, che il governo regionale guidato da Nello Musumeci dovrebbe affrontare con più urgenza.

Avete votato in tantissimi. Infatti, in oltre 17 mila avete espresso una preferenza fra quelle da noi indicate e l’esito del sondaggio de ilSicilia.it che ha chiesto a voi di indicare i temi su cui dovrebbe vertere l’azione di governo, non lascia spazio a dubbi: 3996 persone (pari al 23,32) hanno scelto questo argomento, dando in questo modo un evidente segnale: e cioè, che i Siciliani sono stanchi di strade e autostrade colabrodo, ma chiedono un sistema viario efficiente.

L’altro tema forte scelto dai nostri lettori è quello degli incentivi e agevolazioni alle imprese che assumono, votato da 3960 persone, pari al 23,11: segno che il lavoro e la necessità di una politica più vicina al modo dell’impresa e alle esigenze di chi traina economicamente la Sicilia è un argomento sensibile, che il governo regionale non può trascurare.

Alta (18,70) anche la percentuale di lettori (3204) che ha indicato fra le priorità quella di una politica che valorizzi maggiormente la cultura e il turismo in Sicilia. Un argomento, a cui l’esecutivo guidano da Musumeci deve guardare in modo attento, per le immense potenzialità che la nostra Isola offre.

Al quarto posto, con 2592 voti (15,13) c’è la defiscalizzazione del prezzo della benzina: non si comprende perchè un pieno di carburante costi un occhio della testa, a differenza di altre parti d’Italia, in cui si possono trovare anche prezzi più bassi.

2376 lettori (13,87) hanno, invece, optato per la necessità di stabilizzare tutti i precari regionali: un esercito di lavoratori che chiede di essere stabilizzato. Decine di migliaia di persone che sono state spesso usate dalla politica come serbatoio elettorale.

Pochi quanti hanno votato (1008 persone pari al 5,88) per il taglio del costo dei biglietti aerei in favore dei Siciliani che vogliono recarsi in altre parti d’Italia e per quelli che vogliono venire in Sicilia.

Si poteva votare dalle 11 di giovedì 22 marzo alle 23,59 di domenica 25 marzo.

I temi che voi avete indicato non resteranno lettera morta. Infatti, l’esito finale del nostro sondaggio sarà stampato e lo consegneremo nelle mani del presidente della Regione, a cui chiederemo un impegno concreto sulle priorità che i lettori de ilSicilia.it hanno votato.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Cracolici: “La mafia ha scelto forme diverse per infiltrarsi nei territori”

Nel nome di Falcone, di Borsellino e dei simboli dell’Antimafia che hanno saputo essere esempio e testimonianza, Cracolici riassume l’attività svolta dal suo insediamento alla guida della commissione sino a oggi

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.