Condividi

Il teatro come possibilità di “evasione”: in scena al Biondo lo spettacolo “EnigmA23”

lunedì 16 Ottobre 2017

Da detenuti a attori sul palcoscenico di un teatro istituzionale. L’emozione del debutto nei nuovi abiti, il sogno e il desiderio di riscatto vanno in scena mercoledì 18 ottobre, alle 21, al Teatro Biondo (sala Grande) di Palermo.

Lo spettacolo con la regia di Daniela Mangiacavallo si chiama “EnigmA23” ed è il risultato di un intero anno di formazione teatrale con i detenuti ospiti della Casa Circondariale Pagliarelli di Palermo, portato avanti dall’Associazione Baccanica.

Dopo aver debuttato all’istituto di detenzione il 10 giugno scorso adesso, per la prima volta, i detenuti usciranno per calcare il palco di un teatro vero.

EnigmA23” è un lavoro sull’onirico, sul cammino dell’uomo rispetto alle proprie scelte e ai propri sogni e sull’imprevedibilità della vita.

La drammaturgia originale è di Rosario Palazzolo e Daniela Mangiacavallo.

In scena Paolo Bertolino, Antonio Bobone, Maurizio Brunetti, Nicolò Brunetti, Silvio Di Maria, Antonino Di Rosalia, Fabio Gennaro, Carmelo Giannusa, Rosolino Manca, Dionisio Mineo, Andrea Oliveri, Salvatore Parisi, Niko Passafiume, Paolo Pipitone, Valerio Villari e  l’attrice Giuditta Jesu.

Nel luogo del sogno tante anime in pena aspettano: confuse vagano senza una meta, cercano di trovare un diverso cammino.

Lo spettacolo inizia con un invito a riflettere su quale strano enigma sia l’uomo. Occorre risolvere un rebus, lavorare d’ingegno, scomporre ogni singolo passaggio per trovarci un senso compiuto, una ragione a quell’enigma che si chiama vita.

Una  metafora, dunque, di quanta libertà possa esserci anche dietro le sbarre, il risultato di un progetto nel quale i detenuti si sono messi in gioco, fino a trasformarsi in una vera compagnia teatrale.

Il progetto Evasioni – spiega la regista Daniela Mangiacavallo – è stato molto intenso ed emozionante. Giorno dopo giorno il nostro tentativo è stato quello di permettere ai ragazzi di poter evadere attraverso il gioco teatrale, di andare oltre se stessi, di superare se stessi. Sfidando le proprie capacità, il proprio “saper fare” e di poter sciogliere quei limiti mentali e sociali che noi stessi, a volte, alziamo come muri. Il teatro in carcere è una possibilità, una grande opportunità per vedere il mondo con altri occhi”.

Allo spettacolo seguirà una video installazione fotografica di Francesca Lucisano.  Scenografie e costumi di Annamaria Salerno, luci e audio di Vincenzo Cannioto e Werther Bottino.

I biglietti per la serata sono disponibili al botteghino, oppure on line su www.vivaticket.it/ita/event/enigma23/102095.

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, scuole. Tamajo: “Appena avremo risorse dal bilancio, pianificheremo gli interventi” CLICCA PER IL VIDEO

L’intervista all’assessore alla Pubblica Istruzione e all’edilizia scolastica del Comune di Palermo, Aristide Tamajo, tra manutenzioni, palestre, personale e asili da aprire

BarSicilia

A Bar Sicilia l’assessore regionale Scarpinato: “Ecco il nostro Turismo 4.0” CLICCA PER IL VIDEO

E’ Francesco Scarpinato, l’ospite della puntata numero 217 di Bar Sicilia. L’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo ha parlato del futuro della Sicilia e dei progetti legati al settore che è considerato il volano dell’economia dell’Isola. A intervistarlo, come sempre, il direttore Marianna Grillo e l’editore Maurizio Scaglione. Scarpinato raccoglie un’eredità importante lasciata dall’ex…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.