Condividi

Infermieri in sciopero per il mancato rinnovo del contratto di lavoro

venerdì 23 Febbraio 2018
infermieri

E’ in corso per tutta la giornata odierna lo sciopero nazionale degli infermieri proclamato dai sindacati di categoria Nursing-up e Nursind a causa del mancato rinnovo del contratto di lavoro del comparto Sanità. Disagi, affermano i sindacati, si prevedono negli ospedali e nelle sale operatorie, con la garanzia dei soli interventi di urgenza.

“Irricevibile – afferma il Nursing-upla proposta del Governo di chiudere il contratto del comparto Sanità con la mancia degli 85 euro mensili, che dovevano costituire una base di partenza della discussione per il personale infermieristico, demansionato e invecchiato dal blocco del turnover”.

É infatti “vergognosa – afferma il presidente Nursing-up Antonio De Palmala bozza di un contratto al ribasso che non tiene conto di tutte le richieste da noi avanzate in questi anni. Da qui la decisione dello sciopero e la manifestazione in piazza Santi Apostoli oggi a Roma, per chiedere alle istituzioni un cambiamento serio”. Il sindacato “dice basta ai tagli lineari delle dotazioni organiche, alle deroghe indiscriminate alle ore di riposo giornaliere e al riposo settimanale, alla fuga dei giovani infermieri”.

Tutto ciò, rileva De Palma, “a fronte della carenza di ben 63.000 infermieri che mancheranno all’appello al 2021, stando alle ultime proiezioni, e con l’aumento del 3% dei pazienti cronici e non autosufficienti“. Lo sciopero e la manifestazione di oggi hanno lo scopo di “dire no a un contratto in perdita, peggiorativo rispetto al precedente sia sul piano economico sia dei diritti – sottolinea Andrea Bottega, segretario nazionale Nursind.

“Fermiamo la sanità italiana, ma sarà per garantire agli infermieri un lavoro dignitoso e ai cittadini un’effettiva qualità del servizio”.
Il contratto del comparto Sanità riguarda oltre 500 mila lavoratori: tra questi gli infermieri, che rappresentano la componente più numerosa con circa 280 mila dipendenti del Servizio sanitario nazionale, e le professioni sanitarie come tecnici radiologi e di laboratorio.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il popolo del Reddito di Cittadinanza in rivolta a Palermo: “Meloni, non siamo parassiti” CLICCA PER IL VIDEO

Numerosi percettori del reddito di cittadinanza si sono riuniti per protestare contro la riforma del governo Meloni

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.