Condividi
Fermati 3 scafisti

Lampedusa, salvati 45 naufraghi ma continuano gli sbarchi

domenica 13 Agosto 2023

Un barchino di metallo, di 7 metri, è affondato nelle acque antistanti a Lampedusa. La motovedetta G79 Barletta della Guardia di finanza ha tratto in salvo 45 migranti, fra cui 7 donne e un minore, originari di Burkina Faso, Camerun, Costa d’Avorio, Gambia, Guinea, Liberia, Mali e Niger. Non vi sarebbero, stando alle dichiarazioni dei naufraghi che hanno pagato 2mila dinari tunisini per la traversata, dispersi, né morti. Il gruppo è stato già sbarcato a molo Favarolo e i 45, dopo un triage sanitario che non ha evidenziato emergenze, sono in corso di trasferimento verso l’hotspot di contrada Imbriacola.

Sono 113, compresi i 45 naufraghi salvati dalla Guardia di finanza, i migranti sbarcati, nel giro di mezz’ora, a Lampedusa. Salgono così a 10, a partire da mezzanotte, con un totale di 390 persone, gli approdi sulla maggiore delle isole Pelagie. Oltre ai 45 superstiti di un barchino colato a picco, la motovedetta delle Fiamme gialle ha agganciato un altro natante con 52 nordafricani, fra cui 9 donne e 4 minori. Sedici tunisini sono stati invece rintracciati, dai militari della tenenza della Guardia di finanza, direttamente sulla terraferma. A loro dire, sarebbero arrivati una carretta in vetroresina di 6 metri salpata da Djerba. L’imbarcazione non è stata però ancora rinvenuta.

Tre tunisini, di 51, 38 e 24 anni, sono stati sottoposti a fermo di indiziato di delitto per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. A bloccarli sono stati i poliziotti della squadra mobile della Questura di Agrigento assieme alla sezione operativa navale e ai militari della tenenza della Guardia di finanza di Lampedusa. I tre, stando alle accuse, avrebbero procurato l’ingresso illegale di 32 migranti, partiti dalla Tunisia, che sono stati condotti, a bordo di un peschereccio, fino alla zona contigua a Sud di Lampedusa.

I tre, con motovedetta della Guardia di finanza, verranno a breve trasferiti a Porto Empedocle (Ag) e quindi al carcere di Agrigento.

Altri 254 migranti sono sbarcati a Lampedusa dove, dalla mezzanotte, si è arrivati a 17 approdi con un totale di 644 persone. Ad agganciare e soccorrere i 7 barchini sono stati militari della guardia di finanza e della Capitaneria di porto. A bordo c’erano da 16 tunisini a 58 persone, fra cui donne e bambini, originarie di Benin, Camerun, Congo, Costa d’Avorio, Guinea, Mali, Niger e Senegal. I migranti hanno dichiarato di essere salpati da Chebba, Zarzis e Sfax, in Tunisia. Solo uno il natante, di 7 metri, con a bordo 44 (7 donne e 12 minori) egiziani, eritrei, etiopi, gambiani e siriani che, a detta degli sbarcati, è partito da Zuwara in Libia, pagando 15 mila dinari libici.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.