Condividi
Trasferimenti in corso

Lampedusa, senza sosta gli sbarchi: hotspot al collasso

lunedì 28 Agosto 2023
foto d'archivio

Sono 3.593 i migranti, fra cui 193 minori non accompagnati, ospiti dell’hotspot di Lampedusa. Ieri, sull’isola, ci sono stati 7 sbarchi con un totale di 325 persone e ne sono state trasferite, con traghetti e voli militari, 947. La Prefettura di Agrigento è al lavoro per pianificare i trasferimenti che dovranno essere effettuati oggi. Sono previsti, ma risultano essere ancora da confermare, due voli aeri con un totale di 140 migranti.

 

CRI lampedusa

Incessante il lavoro della Croce Rossa Italiana nell’isola: “Siamo consapevoli e lo eravamo sin dall’inizio che gestire l’hotspot di Lampedusa fosse una sfida complessa. La Croce Rossa Italiana è stata e continua ad essere un avamposto di umanità in un fenomeno, quello migratorio, che spesso rischia di dare numeri al posto di volti umani a chi approda disperatamente alle porte dell’Europa”. Così Rosario Valastro, presidente della Croce Rossa Italiana sui suoi canali social questa mattina.

“Noi – spiega Valastro – non cederemo mai di fronte alle emergenze ma c’è da dire con forza una cosa: ogni operazione umanitaria ha bisogno di una macchina che funzioni perché fa parte di un ingranaggio complesso di cui sono parte essenziale la sicurezza, l’integrazione, la gestione dei flussi, la lotta ai trafficanti di esseri umani, le politiche tra gli Stati e la cooperazione internazionale. Nessuno ha soluzioni miracolose, ma è compito e dovere di tutti fare in modo che le forze in campo siano messe nella condizione di gestire non solo l’hotspot di Lampedusa ma l’intero processo di accoglienza. “In questo senso, forti della nostra esperienza sul campo – prosegue il presidente della Cri – siamo anche in queste ore di criticità e sovraffollamento a Lampedusa, operativi come sempre. Lo siamo sui territori e nei punti di approdo.Ma l’umanitarismo significa non solo dare da mangiare e da dormire. Significa rispettare la dignità umana che è l’anticamera di ogni politica non solo di accoglienza ma di sicurezza per chi ne è beneficiario e per le comunità locali. Investire in umanità è la strada che porta non solo il volontariato ma tutti a un diverso modo di fare accoglienza e politiche legate alle migrazioni”.

“Mi auguro – conclude – che non solo l’Italia, già così messa alla prova, ma la comunità europea e internazionale tutta sappia rispondere con efficacia e sappia non cedere al caos”.

Nel frattempo sono arrivati a 818 i migranti presenti nell’area sbarchi e pre-identificazioni del porto di Porto Empedocle (AG). Delle 109 persone ospitate ieri mattina, dopo un tour de force di trasferimenti disposti dalla Prefettura a seguito dei fotosegnalamenti della polizia, sono rimaste solo 11. A loro si sono aggiunti i 568 arrivati in serata, da Lampedusa, con il traghetto Galaxy e i 239 giunti all’alba con la motonave Cossyra. Molti dovranno essere sia pre-identificati che fotosegnalati, quindi verosimilmente in mattinata non ci saranno trasferimenti. L’ufficio territoriale del governo è al lavoro per trovare gli autobus necessari a spostare, lungo la penisola, tutti i presenti.

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Cracolici: “La mafia ha scelto forme diverse per infiltrarsi nei territori”

Nel nome di Falcone, di Borsellino e dei simboli dell’Antimafia che hanno saputo essere esempio e testimonianza, Cracolici riassume l’attività svolta dal suo insediamento alla guida della commissione sino a oggi

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.