Condividi

Le Ztl restano in vigore, respinto il “ricorso dei 100”

mercoledì 7 Dicembre 2016
Leoluca Orlando
Leoluca Orlando

La data del 6 dicembre sarebbe stata cruciale per i ricorrenti delle Ztl di Palermo ma la sospensiva è stata respinta e le zone a traffico limitato restano in vigore.

Sono sia cittadini che associazioni ad aver presentato ricorso richiedendo la sospensiva per il provvedimento delle Ztl istituito dal Comune ma i giudici della Terza Sezione del Tar di Palermo si sono pronunciati e hanno respinto la richiesta. La sospensiva del provvedimento, presentata da un gruppo di cittadini e associazioni, si poggia sulle protesta dei commercianti per il calo degli affari dall’avvio dztl3el provvedimento stesso e sulla base delle centraline che dovrebbero rilevare l’inquinamento in città ma che di fatto, a loro dire, non lo fanno correttamente.

I cittadini, un centinaio, sono assistiti dagli avvocati Alessandro Dagnino e Giovanni Scimone e in loro sostegno si sono schierati Confcommercio e Confartigianato. Il Comune di Palermo è assistito invece dagli avvocati Vincenzo Criscuoli e Giulio Geraci, l’Amat spa dall’avvocato Salvatore Raimondi e dalla loro parte Legambiente Sicilia. Il ricorso è stato presentato per chiedere la sospensiva di numerosi provvedimenti emessi dal Comune e dal Consiglio comunale per dare vita alla zona a traffico limitato nel centro cittadino. Secondo i ricorrenti si tratta di un provvedimento molto contestato anche dai commercianti.

A riguardo si è espressa anche la Confcommercio, attraverso le parole della presidente Patrizia Di Dio: “Fin dal primo momento non siamo stati contro la Ztl, anzi abbiamo sempre richiesto un tavolo tecnico con l’amministrazione comunale dopo il via dello scorso ottobre, per valutare insieme i correttivi e i suggerimenti, ma con nostro stupore non c’è stata disponibilità – conclude Di Dio – La crisi che stiamo attraversando non dipende dai commercianti, anzi proprio grazie alla loro grande competenza e resilienza tutti assieme stiamo provando a sopravvivere in un contesto più difficile che altrove. Meritiamo dunque il massimo rispetto e apprezzamento per gli sforzi e il valore messi in campo finora“.

Si esprime in merito anche la Confartigianato Palermo: “Le sentenze si accettano ma ancora una volta le imprese del centro storico sono state messe in secondo piano. Se ciò va bene per l’amministrazione non puo’ essere sicuramente condivisibile dalle associazioni, che si sono battute ed hanno cercato un dialogo sulla Ztl che non si è mai verificato”. A parlare è Nunzio Reina, presidente Confartigianato, dopo il via libera del Tar e continua. “Negozi e botteghe artigiane all’interno del perimetro continuano a morire, a dimostrarlo sono le 246 cancellazioni avvenute negli ultimi tre mesi, a fronte delle 169 nuove iscrizioni. Una situazione disastrosa a cui questa decisione del Tar contribuirà ancora una volta negativamente“.

L’udienza di ieri era stata fissata il 23 novembre, quando il presidente della Terza Sezione, Solveig Cogliani, aveva respinto la richiesta e rimandato l’esame alla data del 6 dicembre.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia, Dipasquale (Pd): “Fronte compatto contro il governo Schifani” CLICCA PER IL VIDEO

Due volte sindaco di Ragusa e deputato regionale del Pd, all’Ars dal 2012, Nello Dipasquale, è ospite questa settimana a Bar Sicilia.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.