Condividi

Mafia dei pascoli, l’intercettazione su Antoci: “Ci vorrebbero 5 colpi di pistola”

sabato 18 Gennaio 2020
Antoci

“Ci vorrebbero cinque colpi per farla finita definitivamente con tutto questo gruppo di Antoci, Manganaro e gli altri”: sarebbero le parole di un pregiudicato di Tortorici riportate in un’informativa dei carabinieri del Ros.

Parole riferite all’allora presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci e al dirigente del commissariato di Polizia di Sant’Agata di Militello Daniele Manganaro.

Nel 2016, per come si evince nell’annotazione dei Ros, tale soggetto nel dialogo con altri sodali “lamentando la gravità della contingente situazione… ne evidenziava la valenza dannosa ed il pericolo di rovina per tutti loro – caratterizzata da una restrizione nell’accesso ai contributi e dall’incremento dei controlli”.

antoci attentato
Foto Ansa, attentato Antoci

“Apprendo dell’annotazione dei Ros – afferma Antoci, sfuggito a un agguato su cui di recente la Commissione Regionale Antimafia ha sollevato dubbiche non fa altro che confermare il clima di odio che si respirava per la creazione del protocollo di Legalità che, come ha anche ben dimostrato l’operazione della Dda di Messina, dei Ros e della Guardia di Finanza, ha stroncato gli affari milionari della mafia. Il loro rancore è per me una medaglia, oggi più che mai. I fondi europei per l’agricoltura adesso vadano agli agricoltori e allevatori perbene che sono la
stragrande maggioranza in questo Paese ed è per loro e per la loro dignità che abbiamo lavorato con passione”.

Nei giorni scorsi è stata compiuta un’operazione contro quelle che è stata definita la “mafia dei pascoli” e che ha portato al sequestro di 151 imprese e all’arresto di 94 persone: boss, gregari, prestanome e insospettabili professionisti come un notaio.

 

 

LEGGI ANCHE:

Colpo alla mafia dei Nebrodi: 94 arresti. I clan puntavano sulle truffe all’Ue

Mafia dei Nebrodi, arrestato anche il sindaco di Tortorici

Attentato ad Antoci? “Tracce di mafia in questa vicenda non ce ne sono” | VIDEO INTERVISTA

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.