Condividi

Maltempo, nubifragi nel Messinese e case allagate a Catania

venerdì 12 Novembre 2021
Maltempo nel Messinese, Trappitello, Taormina (ME)

Si è spostata nel Messinese la perturbazione che da giorni sta interessando la Sicilia, causando danni e disagi alla viabilità. Al momento la zona più colpita è la fascia ionica.

In particolare nei comuni di Letojanni e Giardini Naxos si segnalano forti piogge. Il territorio è costantemente monitorato dalla Protezione civile regionale e anche da alcune squadre di volontariato che stanno operando dei sopralluoghi nei punti critici, al fine di prevenire danni o situazioni di forte vulnerabilità, come a Roccalumera.

Anche la città di Catania non è stata risparmiata dal maltempo: problemi nella zona di Primo sole, dove le abitazioni costiere risultano ancora allagate a causa dell’alluvione della scorsa notte: squadre di volontari della Protezione civile regionale sono state inviate a supporto del Comune di Catania affinché, con l’ausilio delle pompe idrovore e badili si potesse favorire il rientro alla normalità. Si tratta di aree che risultano cronicamente segnate da questo tipo di dissesto idrogeologico, anche per cause strutturali.

A Ramacca, nel Catanese, si registrano altre criticità legate alla presenza di detriti e fango nelle strade interponderali. Il materiale riversato sulla strada ostacola il passaggio di mezzi agricoli e civili e il Sindaco ha manifestato preoccupazione per quanto riguarda le attività economiche che, appunto, sono basate sull’economia agricola e rurale. Va però detto che la situazione anche in questo caso è sotto controllo e anche durante la notte le squadre di volontari della Protezione civile regionale hanno fatto il possibile per rendere fruibili le arterie principali.

Intanto, continuano nell’Agrigentino le operazioni per il ripristino della normalità nei territori colpiti dai dissesti idrogeologici. Squadre della Protezione civile regionale sono al lavoro per eliminare detriti e fango. In particolare la situazione dei pozzi idrici, che era stata compromessa dall’alluvione dei giorni 10 e 11 novembre, è stata risolta grazie alla sinergia tra la Protezione civile ed il Comune di Sciacca. Le moto pompe, infatti, sono state messe in sicurezza ed è stato quindi scongiurato il rischio di distacco dell’acqua potabile. Dal centro di coordinamento soccorsi, ospitato dalla prefettura di Agrigento, luogo dal quale vengono organizzati gli interventi, il Prefetto si è spostato per un sopralluogo congiunto con il responsabile la Protezione civile regionale nella palazzina evacuata di via Lido, a Sciacca.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.