Condividi
l'evento

Monreale, Settimana Internazionale di Musica Sacra: “Exultate, Jubilate” CLICCA PER LE FOTO

giovedì 13 Ottobre 2022

Programma tutto dedicato al genio salisburghese sabato 15 ottobre alle ore 21 al Duomo per l’inaugurazione della Settimana, con il mottetto “Exultate, Jubilate” e il celebre Requiem. Protagonisti l’Orchestra Sinfonica Siciliana e il Coro del Teatro Massimo diretti da Diego Fasolis e un cast composto da Damiana Mizzi, Daniela Barcellona, Airam Hernàndez e George Andguladze.
Il concerto è già sold out

Due capolavori di Mozart daranno il via alla Sessantaquatresima Settimana Internazionale di musica sacra al Duomo di Monreale,  sabato 15 ottobre alle ore 21. Il Cristo Pantocratore magnifica icona dell’arte bizantina che racconta da secoli il trionfo della Cristianità, sarà il palcoscenico della rassegna tematica tra le più antiche d’Europa, diventata un appuntamento irrinunciabile per gli appassionati di musica sacra. il programma messo a punto dalla direttrice artistica Gianna Fratta si apre con  due capolavori del genio salisburghese. Di Wolfgang Amadeus Mozart saranno proposti il mottetto per soprano e orchestra Exultate, jubilate e l’ultimo capolavoro, il Requiem in re minore per soli, coro e orchestra KV 626.

Exultate, Jubilate fu composto da Mozart nel 1773 per il castrato Venanzio Rauzini  ed eseguito al Convento dei Teatini di Milano il 17 gennaio 1773, giorno della festa di S.Antonio Abate. Diviso in tre movimenti, in esso si distingue la briosa aria Exultate, Jubilate che dà il nome al mottetto.

Il Requiem in re minore per soli, coro e orchestra KV 626 costituisce l’l’ultimo capolavoro, di Mozart. L’opera sembra quasi il congedo dall’esistenza terrena del compositore. Mozart, già in pessime condizioni di salute, ricevette la commissione dell’opera da uno sconosciuto che si rivelò solo dopo la sua morte, il conte Franz von Walsegg zu Stuppach che, innamorato della moglie, Anne Edle von Flammberg, morta il 14 febbraio del 1791, voleva celebrarne il ricordo. Rimasta incompiuta per la morte dell’autore, avvenuta il 5 dicembre 1791, l’opera fu completata successivamente dall’amico e allievo Franz Xaver Süssmayer.

Per questa imponente produzione al duomo di Monreale  l’Orchestra Sinfonica Siciliana sarà diretta da Diego Fasolis con il Coro del Teatro Massimo preparato dal maestro Salvatore Punturo. Fasolis, dopo un’esperienza come organista negli anni ’80 ha fondato I Barocchisti e si è dedicato alla direzione d’orchestra e ha diretto nei più importanti teatri del mondo. Ha inciso 120 cd e ricevuto numerosi premi per il suo impegno nella  riscoperta del repertorio operistico. In scena un cast di solisti di prim’ordine: Damiana Mizzi (soprano), già apprezzata dal pubblico dell’Orchestra Sinfonica, Daniela Barcellona (mezzosoprano), Airam Hernàndez (tenore),George Andguladze (basso).
Il concerto è già sold out.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Cracolici: “La mafia ha scelto forme diverse per infiltrarsi nei territori”

Nel nome di Falcone, di Borsellino e dei simboli dell’Antimafia che hanno saputo essere esempio e testimonianza, Cracolici riassume l’attività svolta dal suo insediamento alla guida della commissione sino a oggi

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.