Condividi

Nuova autopsia su Mario Biondo, i genitori: “In Spagna hanno coperto il delitto”

lunedì 29 Ottobre 2018
Mario Biondo con la moglie Raquel Sanchez Silva

Il giallo della morte di Mario Biondo si avvicina alla svolta decisiva.

La salma di Biondo, il cameraman palermitano trovato morto nella sua abitazione a Madrid, il 30 maggio del 2013, sarà nuovamente sottoposta ad autopsia su disposizione della Procura di Palermo che ha ordinato una seconda esumazione del corpo. Il 5 novembre saranno nominati i consulenti medico-legali per la nuova esumazione che potrebbe sancire la conferma della vera causa della morte di Mario Biondo.

Il cameraman si era sposato il 22 giugno 2012 a Taormina con la showgirl spagnola Raquel Sanchez Silva e fu poi trovato poi morto undici mesi dopo, in circostanze a dir poco misteriose. La famiglia di Mario non ha mai creduto alla tesi del suicidio decretata dalle autorità spagnole e non ha dubbi nel ritenere che il ragazzo sia stato ucciso e che sia quindi avvenuta una messa in scena con depistaggio sulla scena del crimine.

“I sostituti procuratori (Domenico Gozzo e Rita Fulantelli), a seguito della nostra richiesta di avocazione per accertare il decesso di Mario Biondo hanno ritenuto di procedere per una nuova ispezione cadavericaha detto la madre di Mario Biondo, la signora Santina -. Sarà un giorno doloroso questa ennesima riesumazione ma noi non stiamo profanando il corpo di Mario, lo ha profanato chi lo ha ucciso. Stiamo lottando per dare giustizia a Mario e affinché vengano assicurati alla giustizia i suoi assassini. Chi ha ucciso Mario deve pagare“.

E nel cammino verso la verità un momento, a questo punto, cruciale sarà quello della terza autopsia.

L’ex moglie, Raquel Sanchez Silva, madre di due bambini avuti dal nuovo compagno, ha sempre sostenuto la pista del suicidio. Ma i familiari di Mario sono certi che le cose siano andate in modo diverso: “Siamo sicuri che si sia trattato di un omicidio e non di suicidio. Non è che non vogliamo accettare il suicidio, ma conosciamo bene nostro figlio. La Spagna non ci ha mai dimostrato che si sia suicidato, anzi più andavamo avanti e più trovavamo incongruenze e depistaggi. Abbiamo denunciato il medico legale spagnolo perché ha dichiarato il falso. Hanno fatto un’esame di urine in cui risulta che nostro figlio avrebbe fatto uso di una piccola quantità di cocaina, ma la vescica è stata trovata intatta, quindi quale urina hanno usato? Mario non è mai stato un drogato”, hanno dichiarato Giuseppe e Santina, i genitori di Mario.

Mario Biondo venne trovato morto dalla collaboratrice domestica il 30 maggio di cinque anni fa. Il corpo era in piedi, appoggiato alla libreria del salotto, con la gola avvolta in una pashmina legata ad una mensola e i talloni appoggiati a terra.

Nonostante la posizione del cadavere sollevasse molti dubbi, il caso venne subito archiviato come suicidio. L’anomala postura, le tracce di strangolamento presenti sul collo e riconducibili alla stretta di un cavo, hanno spinto Giuseppe e Santina Biondo a chiedere ulteriori indagini che ora hanno portato all’imminenza terza autopsia.

Mario è stato ammazzato. In Spagna hanno coperto di tutto“, ha ribadito Santina, la madre di Mario Biondo, aggiungendo: “Non esiste nulla che facesse pensare a una volontà di suicidio. In quelle stesse ore aveva persino ricercato le previsioni meteo perché la mattina dopo doveva andare a Madrid per lavoro e doveva andarci in moro e aveva anche speso quella stessa sera 800 euro per mettere in regola la moto. Aveva anche un appuntamento per comprare una nuova fotocamera”.

Infine il pensiero della signora Santina su Raquel Sanchez Silva: “Il comportamento della vedova ci ha subito insospettiti. Lei è convinta che Mario si sia suicidato e anzi peggio ancora aveva messo in giro la voce di un gioco erotico che nemmeno esiste sui fascicoli dell’inchiesta. A nostro avviso non ha detto tutta la verità, ha sempre mentito. Ci ha anche denunciato, ma noi vogliamo solo sapere la verità e fare giustizia per Mario“.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Relazione Antimafia regionale all’Ars, Cracolici: “L’obiettivo è far sentire il fiato sul collo a Cosa Nostra” CLICCA PER IL VIDEO

Il presidente della commissione Antimafia siciliana, Antonello Cracolici, ha presentato all’Ars la relazione sull’attività della commissione a un anno dal suo insediamento

BarSicilia

Bar Sicilia, Razza pronto a correre per un seggio a Strasburgo: “L’Europa entra sempre più nella vita dei siciliani” CLICCA PER IL VIDEO

Prima di affrontare la campagna elettorale che separa i siciliani dal voto del prossimo 8 e 9 giugno, Razza fissa la sua marcia d’avvicinamento all’obiettivo delineando concetti e misurando il feedback con i propri elettori

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.