Condividi

Omicidio Lia Pipitone, il pm chiede due ergastoli

martedì 17 Gennaio 2017
Lia Pipitone
Lia Pipitone

Il pm Francesco Del Bene ha chiesto la condanna all’ergastolo per Nino Madonia e Vincenzo Galatolo, accusati di essere i mandanti dell’omicidio di Lia Pipitone, dopo che il padre si sarebbe sentito “disonorato” dalla figlia.

A distanza di oltre 30 anni, dunque, la Procura ha riaperto le indagini sul mistero della morte della figlia del boss dell’Arenella, Antonino. Anche sulla scorta delle dichiarazioni del pentito Francesco Di Carlo, depositate nell’udienza preliminare nella quale si sono costituiti parte civile il marito e il figlio di Lia Pipitone, Gero e Alessio Cordaro, con l’assistenza dell’avvocato Nino Caleca.

Lia Pipitone fu uccisa il 23 settembre 1983, nel corso di una rapina in farmacia che sarebbe stata inscenata unicamente come pretesto. Il pentito Francesco Di Carlo racconta di aver saputo dal fratello “che il padre di Lia, dinnanzi alla resistenza della figlia a cessare una relazione extraconiugale con un ragazzo, aveva deciso di punirla perché il capomandamento non voleva essere criticato per questa situazione incresciosa. In quel periodo – prosegue – il capomandamento di Resuttana, da cui dipendeva l’Acquasanta era Ciccio Madonia che però non prendeva decisioni in quanto o malato o detenuto. Invero, il comando era assicurato da Nino Madonia e dopo l’arresto di questi, dal fratello Salvatore”. 

Nino Madonia e Vincenzo Galatolo, reggenti del mandamento di Resuttana e della famiglia dell’Acquasanta, hanno scelto il rito abbreviato. La sentenza è attesa per il 23 marzo.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Sexting e revenge porn, Butera: “Si comincia già a 10 anni” CLICCA PER IL VIDEO

“Si comincia a dieci anni”. È questa la cosa che ha sconvolto anche sociologi e psicologi quando hanno scoperto che alunni appena usciti dalle elementari erano già entrati nel mondo del “sexting” e del “revenge porn”.

BarSicilia

Bar Sicilia, Bandiera: “A Siracusa quest’anno sfioreremo il milione di presenze”

Maria Calabrese e Maurizio Scaglione “in trasferta” a Siracusa intervistano il vicesindaco Edy Bandiera

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.