Condividi

Palermo, Polizia arresta sequenza di furti messi a segno nella pausa pranzo: 2 i fermi

lunedì 22 Marzo 2021

La Polizia di Stato ha fermato due malviventi palermitani, rispettivamente di 27 e 31 anni e ha così presumibilmente interrotto la lunga sequenza di furti perpetrati ai danni di esercizi commerciali localizzati nella zona residenziale cittadina, non distante dalla via Notarbartolo.

Negli scorsi giorni, la lunga sequenza di furti, almeno otto, in danno di altrettanti esercizi commerciali, “visitati” quando la chiusura coincideva con la pausa pranzo, aveva destato preoccupazione tra i commercianti di zona, già duramente colpiti dagli effetti pandemici.

Con chiavi adulterate e grimaldelli, i ladri erano riusciti sempre a forzare porte e saracinesche, avevano fatto accesso nei locali ed avevano arrecato un danno economico tutto sommato tenue (poche centinaia di euro) ma grave dal punto di vista della percezione dell’ insicurezza e del senso di precarietà trasmessi ai cittadini.

I poliziotti del Commissariato di P.S. “Libertà”, a seguito delle numerose segnalazioni, hanno approntato una capillare attività investigativa integrata anche da forme di vigilanza lungo l’intero territorio di competenza, che ha tenuto conto della geografia dei furti fino ad allora registrati e degli eventuali percorsi battuti dai ladri.

Sulla base dei filmati di videosorveglianza acquisiti, gli agenti hanno “memorizzato” la corporatura dei due ladri seriali ed hanno accertato che entrambi fossero responsabili di tutti i furti denunciati: sono quindi andati alla ricerca dei ladri, presidiando costantemente le strade del cuore commerciale cittadino.

Intorno alle 15:30 dello scorso 18 marzo, in via Gaetano Daita, una pattuglia “in borghese” del Commissariato di P.S. “Libertà” ha ritenuto di incrociare i due ricercati in via Gaetano Daita. I due uomini, a passo svelto, hanno imboccato la via Cavour ma sono stati bloccati in via Roma. Gli esiti della perquisizione personale cui sono stati sottoposti è servita per rinvenire e sequestrare grimaldelli e chiavi adulterate che, senza l’intervento degli agenti, sarebbero plausibilmente serviti per replicare effrazioni e furti. E’ stato inoltre sequestrato un cellulare ricollegato ad un furto, motivo per cui i due dovranno rispondere anche di ricettazione oltre che di furto.

Fin’ora sono stati addebitati 8 furti ai due malviventi ma altri ne sono stati compiuti ed anche in relazione a questi gli agenti stanno effettuando riscontri. I due sono stati denunciati a piede libero.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.