Condividi
L'evento

Palermo, terzo appuntamento della rassegna “Metro Art & Theater 2024” nell’anno giubilare Rosaliano

lunedì 8 Luglio 2024

La rassegna “Metro Art & Theater 2024” prosegue con il suo terzo appuntamento, in programma domani sabato 6 luglio alle ore 18:30 nella Chiesa di San Giovanni Bosco, situata nel quartiere Settecannoli a Palermo, in via Messina Marine 259.

L’evento, intitolato “Canto Nelle due Sicilie – Devote alla Santa”, promette una serata di intensa emozione e profonda devozione.

Il concerto, ideato da Gregorio Mario Modestini, vede la partecipazione di un ensemble di musicisti di grande talento:
• Alba Cavallaro – voce
• Totò Ferraro – oboe e corno inglese
• Giorgio Gasbarro – violoncello
• Francesco Maria Martorana – chitarra e decacordo
• Giorgio Di Maio – pianoforte
“Canto Nelle due Sicilie – Devote alla Santa” è un progetto artistico che raccoglie i canti tradizionali del Regno delle Due Sicilie. Nato nel 1994 per commemorare il 50º anniversario della ballata “Tammuriata Nera” di E.A. Mario, il lavoro si presenta come una suite cameristica, arricchita dai più celebri motivi della tradizione partenopea e siciliana, reinterpretati e dedicati a Santa Rosalia. I brani saranno intervallati da brevi recitazioni di triunfi in onore della Santa patrona.
Cos’è Metro Art & Theater
Fondato nel 2018 a Palermo, Metro Art & Theater è un festival culturale ideato e diretto dal Maestro Francesco Panasci. L’evento, organizzato dall’Associazione ECU, si impegna nella promozione delle eccellenze artistiche siciliane, con un’attenzione particolare ai talenti emergenti del territorio palermitano. Grazie al sostegno delle istituzioni locali e ai contributi economici ricevuti, il festival è diventato un punto di riferimento culturale, contribuendo a:
1. Promuovere il patrimonio culturale e artistico del territorio.
2. Rivitalizzare il contesto urbano e sociale.
3. Valorizzare i siti culturali.
4. Stimolare il turismo a Palermo e in Sicilia.
Negli anni, Metro Art & Theater ha esteso il suo raggio d’azione anche alle zone periferiche di Palermo e ai comuni dell’ex Provincia, grazie alla partecipazione ai bandi del Comune di Palermo per l’accesso al Fondo Unico per lo Spettacolo (FUS). Questo approccio mira a creare un ponte tra centro e periferia, arte e territorio, tradizione e innovazione.

L’edizione 2024 di Metro Art & Theater si allinea con l’anno Giubilare Rosaliano, inserendosi nel programma di eventi che celebrano i 400 anni di storia, arte e spettacolo dedicati a Santa Rosalia, patrona di Palermo. La missione del festival rimane quella di promuovere l’inclusione sociale, il riequilibrio territoriale e la tutela occupazionale degli artisti locali, valorizzando al contempo il patrimonio culturale materiale e immateriale.
Quest’anno, Metro Art & Theater si propone di diffondere forme artistico-culturali legate a Santa Rosalia anche nelle zone periferiche, perseguendo obiettivi di inclusione e coesione sociale e la rivitalizzazione culturale del tessuto urbano. Il programma prevede cinque appuntamenti, ciascuno dedicato al 400° anniversario del Festino di Santa Rosalia, evidenziando l’impatto positivo di questa celebrazione sulla storia di Palermo, la valorizzazione del patrimonio culturale, l’inclusione sociale e la promozione dell’immagine della città.

Metro Art & Theater si conferma così come un importante veicolo di diffusione culturale, capace di unire tradizione e innovazione, centro e periferia, nel segno di una delle figure più emblematiche della storia palermitana.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, i beni culturali fonte di reddito per l’Isola. Malfitana: “Sviluppare opportunità di lavoro per i nostri giovani” CLICCA PER IL VIDEO

E’ importante creare una sana sinergia tra il pubblico e il privato per mettere a frutto tutte le potenzialità dei nostri beni culturali

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.