Condividi
Il fatto

Ponte, Siracusano: “Usare i 50 mln dello studio”. Germanà: “Fare presto”

mercoledì 9 Novembre 2022
Il Ponte sullo Stretto si farà. E’ l’ottimismo emerso dall’incontro del ministro per i Trasporti e le Infrastrutture Matteo Salvini con i presidenti Renato Schifani (Regione Siciliana) e Roberto Occhiuto (Regione Calabria). Incontro costruttivo con il quale si sono poste le basi per agire speditamente e avviare i cantieri entro il 2023.
Soddisfatti la sottosegretaria ai Rapporti con il Parlamento Matilde Siracusano e il senatore Nino Germanà che hanno portato avanti le battaglie per il sì all’opera nel corso del governo Conte e Draghi quando gli ex ministri De Micheli e Giovannini di fatto hanno allungato i tempi per affondarlo.
Ed è proprio Matilde Siracusano a fare una proposta per potenziare il percorso, e cioè utilizzare quelle risorse che l’ex ministro Giovannini ha destinato ad Rfi per l’ennesimo studio di fattibilità sulle ipotesi in campo, nonostante l’esistenza di un progetto esecutivo per il Ponte a campata unica.
“E’ una buona notizia la decisa accelerazione che il ministro Salvini sta imponendo alla realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina- commenta Matilde Siracusano– Da oggi si passa dalle parole ai fatti.
Sarà istituito un tavolo tra il Ministero e le Regioni coinvolte, sarà chiuso il contenzioso esistente e aggiornato il progetto già approvato e vidimato anni fa dall’Europa. A tal proposito, si potrebbero utilizzare i 50 milioni di euro stanziati dal governo Draghi – destinati all’ennesimo studio di fattibilità, per volere dell’ex ministro Giovannini – proprio per aggiornare il vecchio progetto, in modo da accelerare l’iter e poter avviare il prima possibile i cantieri. Il Ponte sullo Stretto di Messina rappresenterebbe una svolta per tutto il Sud, un punto per ripartire e per far sviluppare, parallelamente, tutte le grandi e strategiche infrastrutture ad esso collegate”.
Soddisfatto anche il senatore della Lega Nino Germanà componente della Commissione Lavori pubblici che ha firmato una nota congiunta con la collega Tilde Minasi.
 “Non possiamo che esprimere enorme soddisfazione per l’accelerazione impressa dal ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Matteo Salvini per la realizzazione del Ponte sullo stretto di Messina- spiega Germanà- Un’opera essenziale per le nostre regioni, fortemente sostenuta anche dai governatori Roberto Occhiuto e Renato Schifani. Avere al centro dell’agenda di Governo un’opera fondamentale per il Mezzogiorno, in particolare per le nostre Calabria e Sicilia, ci riempie di entusiasmo. Un’infrastruttura strategica per il Mediterraneo: la Lega farà di tutto affinché venga realizzata al più presto”.
Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.