Condividi

Recuperata rete da pesca fantasma di oltre 2000 metri nei fondali di Isola delle Femmine | VIDEO

domenica 6 Giugno 2021

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

“Amare il mare significa anche averne rispetto!!”. E’ con questo spirito che, ieri sabato 5 giugno, per la “Giornata dell’ambiente”, un team proveniente da tutta Italia ha rimosso dalle acque di Isola Delle Femmine una rete fantasma, tipo spadara, lunga oltre 2000 metri.

La rete, che continuava la sua opera di devastazione dei fondali all’interno della zona B dell’area Marina Protetta di Capo Gallo, era stata più volte segnalata dai subacquei del Diving Center Saracen. 

LE RETI FANTASMA

Queste reti da pesca fantasma vagano per i mari distruggendola biodiversità marina senza alcun beneficio per l’uomo. Oltre a soffocare la barriera corallina, una rete fantasma cattura circa il 5% della quantità di pesce commerciabile mondiale.  Diventano trappole mortali per centinaia di granchi e altri esseri marini, uccidendo oltre 1775 esemplari in un anno.

E’ difficile trovarle quanto recuperarle perché l’ostacolo maggiore è che sono sotto il livello del mare e nessuno lo vede, è un problema invisibile. Inoltre, sono fatte di plastica e tessuti non biodegradabili.

L’OPERAZIONE

Fortunatamente, squadre di sub che hanno a cuore la biodiversità marina e la salvaguardia dei mari, si stanno muovendo per cercare di recuperare queste reti fantasma.

Infatti, ieri, vi è stata una stretta collaborazione tra Marevivo Onlus, il Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera e il Diving Center Saracen e Isola Pesca a Isola delle Femmine.

Tutta l’operazione è durata due giorni. Sul posto hanno operato Tony e Alberto Scontrino, Roberto Bottini, Riccardo Cingillo, Andrea Di Vaira, Massimiliano Falleri, Stefano Sibona, Martina Campagnolo, Simone Villotti, Francesco Trapani, Chiara Scontrino, Vittorio Filippone, Filippo Fazzone, Zar XR, Andrea Agate e Vincenzo Mazzola.

Ora, l’area Marina Protetta di Capo Gallo è stata finalmente liberata da questa mostruosa rete killer illegale.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.