Condividi

Regionali, Schifani: “Centrodestra vincerà elezioni. Discuterò alla pari con Roma” CLICCA PER IL VIDEO

sabato 10 Settembre 2022

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

A Palermo la convention della coalizione di centrodestra in vista delle elezioni regionali del 25 settembre. Una sala gremita quella del Multisala Politeama con gli interventi di tutti i rappresentanti dei partiti a sostegno di Renato Schifani, candidato alla Presidenza della Regione Siciliana.

Un clima positivo attorno alla candidatura del senatore azzurro e gli alleati condividono una scommessa sulla personalità autorevole di Renato Schifani. “E’ mio dovere politico, morale e personale, rivolgere un saluto al presidente uscente, Nello Musumeci, che ha lavorato bene. Governare la Sicilia non è facile, però riuscire a non cambiare assessori, a gestire l’emergenza della pandemia, fa parte di un’azione di buon governo che caratterizza il centrodestra, che non a caso governa 16 regioni su 20, parlano i fatti di quello che facciamo. Ringrazio Gianfranco Miccichè per avermi chiesto provarci. Mi hanno chiamato il presidente Silvio Berlusconi, Matteo Salvini, Giorgia Meloni e gli amici del centro. Ce la mettiamo tutta e vinceremo queste elezioni”.

Io discuterò alla pari con i ministri del futuro governo nazionale anche se di centrodestra, non mi sottometterò ai sottosegretari, perché ho la mia storia e sono rispettato dalla politica e dalle istituzioni”.

Poi c’è la burocrazia, punto focale di questa campagna elettorale. “Gli imprenditori sono pezzi produttivi importanti di questo paese, della Sicilia, vanno ascoltati. Gli investimenti devono arrivare e poi non arrivano, perché non siamo in grado come Regione di incoraggiare e dare risposta in termini di autorizzazioni amministrative. E quindi vanno via. Questo è un nostro problema e dobbiamo risolverlo. Lavorerò per cambiare questa macchina, perché così non va. La Sicilia è peggiorata da questo punto di vista. C’è la legge Bassanini che dà potere decisionale alla burocrazia e non alla politica che ha l’indirizzo politico e la programmazione, non ho nulla contro i dirigenti burocrati ma sono contrario a quelli che hanno la tessera di partito. Privilegerò la meritocrazia e non la tessera. Chiedo aiuto sin da subito agli alleati per questo: proponente e discutete. Chi mi aiuterà in giunta, deve trattarsi di uomini e donne che già conoscono il ramo che saranno chiamati ad amministrare”.

Sulla sanità, l’obiettivo è mettere fine ai “Viaggi della speranza. Mi sta a cuore la salute, le lunghe liste d’attesa offendono la dignità del malato, che è costretto ad andare a Roma o a Milano per operarsi. Non è possibile. Ci sono procedure bloccate per colpa di quella burocrazia. Va denunziato politicamente. Non è possibile e penso al procedimento di insediamento della cardiochirurgia in Sicilia, costringendo il paziente ad andare fuori”.

Lavoro, occupazione e infrastrutture, sono altri temi del programma elettorale.

I posti di lavoro arrivano se noi creiamo le condizioni per gli investimenti, occorre che li accogliamo nel rispetto della legalità. Dobbiamo garantire i tempi di decisione, la trasparenza, opere di urbanizzazione e qualità dei prodotti, infrastrutture. Il ponte sullo Stretto non è uno slogan, è cantierabile. Lo faremo, perché è giunto il momento. Il progetto esiste, è stato cancellato dal governo Monti, quando già i lavori erano organizzati. L’alta velocità è già progettata e appaltata”.

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.