Condividi
Il convegno

Riforma dei porti tra burocrazia e Adsp, a Palermo torna “Noi, il Mediterraneo” CLICCA PER IL VIDEO

mercoledì 22 Novembre 2023

Per il quinto anno Palermo e il suo porto vestono i panni dei protagonisti tra le piazze che si affacciano sul Mare Nostrum. E’ andato in scena, al Marina convention center, Noi, il Mediterraneo. Il convegno chiude un cerchio aperto nell’ultima edizione dell’evento, ormai appuntamento fisso, circa dodici mesi fa. A ritmo sostenuto il porto ha cambiato il suo volto, tappa dopo tappa. Un impegno premiato dai grandi numeri e dai successi ottenuti. L’inaugurazione del molo trapezoidale e gli ultimi dati ne sono un esempio. Con oltre 930 mila passeggeri il porto di Palermo ha segnato un nuovo record e si guarda già al futuro con ottimismo: secondo le previsioni, nel 2024 sarà il quarto porto crociere a livello nazionale con oltre un milione di passeggeri.

All’importanza strategica dei trasporti marittimi e al rilancio della blue economy, tra gli argomenti si è aggiunta la nuova riforma dei porti. La normativa sta iniziando a prendere forma e ben presto potrebbe diventare realtà, introducendo importanti novità. Punti fondamentali, discussi anche oggi all’incontro, sono l’organizzazione delle Adsp e come sciogliere la matassa della burocrazia, con l’obiettivo di aprire le porte dal mare sul territorio italiano e rilanciarne la competitività. Per approfondire le questioni più da vicino, tra gli interventi c’è stato anche quello del viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Edoardo Rixi. “I porti sono un asset industriale fondamentale – ha dichiarato l’esponente del governo Meloni – e non possono essere trattati come carrozzoni pubblici o come enti pubblici. Devono potersi muovere con facilità, con rapidità, perché il mercato non ti aspetta“.

Ad accogliere i presenti, ancora una volta, è stato il padrone di casa Pasqualino Monti. Il presidente dell’Adsp del mare di Sicilia occidentale ha espresso la sua posizione, sottolineando come sia favorevole all’idea “di una Spa dei porti, ma è una mia idea personale. Io sono per creare uno strumento centrale di governo dei processi, che semplifichi le procedure amministrative delle singole autorità, un numero di autorità leggermente più esiguo o uguale a quello già esistente, ma con un livello di burocrazia decisamente inferiore e con la possibilità di sviluppare business“.

Bisogna fare un po’ di sintesi – ha concluso Monti – tra coloro che hanno accettato l’invito a questa discussione per ragionare insieme su quale debba essere il futuro della portualità a livello nazionale. E’ un asset industriale fondamentale per il Paese, che muove quasi il 5% del Pil“.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.