Condividi

Riforma dei Porti, Delrio frena sull’accorpamento Messina-Gioia Tauro

lunedì 27 Marzo 2017

Frenata con sgommata per l’accorpamento delle Autorità portuali di Messina e Gioia Tauro. A tirare il freno a mano è il ministro ai trasporti e alle infrastrutture Graziano Delrio che oggi è in visita a Messina per discutere sui trasporti nello Stretto. Prima tappa in Prefettura, per un incontro con una delegazione del Cluster marittimo e con le istituzioni locali, tra cui il sindaco Renato Accorinti“L’autonomia dell’ Autorità portuale di Messina non verrà compromessa – ha detto il ministro – perché noi continueremo ad investire gli introiti raccolti dall’Autority sempre in quest’area”.

La manovra rientra nella riforma del sistema portuale siciliano. L’argomento è in discussione da oltre un anno e sin dall’inizio il governatore Rosario Crocetta aveva annunciato una “battaglia infinita per difendere la città dello Stretto, useremo ogni strumento legale e politico per difendere la città” ottenendo la proroga dell’attuale Autorità fino al 30 giugno 2017. Nel frattempo però il dibattito è andato avanti. “I piani di investimento – ha aggiunto – vengono approvati dal ministero noi siamo garanti di questo e non c’è nessuno che possa comandare all’interno della nascente autorità portuale di Gioia Tauro. Invitiamo invece i porti importanti che fanno parte di questo grande sistema dello Stretto a cooperare, a stare assieme e a rafforzarsi perché dobbiamo creare lavoro e investimenti sicuri su tutta la zona meridionale. Nessuno deciderà per gli altri perché come è noto il piano regolatore portuale e il piano vengono approvati dalla Regione e dallo Stato”.

In questi gli addetti ai lavori hanno sollevato parecchie perplessità sul sistema di accorpamenti che dovrebbe riguardare anche quello tra Catania e Augusta. L’Assoporto di Augusta, guidata dall’ex assessore regionale all’industria Marina Noè, ha presentato oltre due settimane fa un ricorso al Tar per ottenere la sospensiva in via cautelare e l’annullamento nel merito del decreto. La visita a Messina è stata utile anche per fare il punto sugli altri porti della costa orientale. “Abbiamo ragionato con il sindaco Accorinti e con la Regione per risolvere finalmente la questione del porto di Tremestieri. I cantieri partiranno spero entro agosto. Al porto di Milazzo prosegue – le opere stanno andando avanti e abbiamo fatto buoni progressi in prospettiva. È chiaro che dobbiamo potenziare attraverso Tremestieri la qualità della vita di questo territorio cioè fare in modo di separare il traffico pesante ma dobbiamo anche togliere camion dalle strade con i traghetti che caricano i mezzi pesanti e li portano anche a centinaia di chilometri di distanza. Credo che quest’area sarà sempre cruciale per lo sviluppo del Mezzogiorno”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, scuole, riscaldamenti e pulizia: dai minisindaci le segnalazioni alla II circoscrizione CLICCA PER IL VIDEO

Fotografare lo stato di salute delle scuole elementari della II circoscrizione di Palermo attraverso lo sguardo attento degli stessi alunni. E, allo stesso tempo, avvicinare i più piccoli alla politica, spiegando come funziona la macchina amministrativa.

BarSicilia

Bar Sicilia, Pagana e le sfide del suo assessorato. “Chiarezza su CTS, parchi, balneari e Arpa. FdI? In atto confronto costruttivo” CLICCA PER IL VIDEO

Elena Pagana, assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, è l’ospite della puntata numero 225 di Bar Sicilia. Intervistata da Maurizio Scaglione e Marianna Grillo, Pagana ha parlato della Cts, del futuro dei Parchi siciliani, di Arpa, balneari e, in quanto dirigente di Fratelli d’Italia, ha fatto il punto sullo stato di salute del partito guidato…

La Buona Salute

La Buona Salute 62° puntata: Tecnologia Sanitaria

La 62^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’evoluzione tecnologica in ambito sanitario. Enormi vantaggi e miglioramento della vita per un nutrito numero di pazienti siciliani

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.