Condividi

Salvare Palermo dal dissesto: a Roma Di Piazza (M5S) lavora a una proroga al 31 gennaio 2022

martedì 21 Dicembre 2021
steni-di-piazza

E’ pronto il Piano di riequilibrio finanziario pluriennale 2021- 2040 predisposto dalla giunta per tentare di salvare Palermo dal dissesto. Proprio ieri il sindaco della Città Metropolitana Leoluca Orlando ha illustrato a Palazzo delle Aquile la proposta approvata dalla giunta e adesso rimessa al Consiglio comunale per il voto finale entro il 31 dicembre.

Tuttavia, da Roma potrebbe arrivare un assist per la proroga al 31 gennaio 2022: va in questo senso la proposta di legge a firma del senatore pentastellato Steni Di Piazza. Il testo potrebbe essere discusso già in giornata al Senato, essere approvato a Palazzo Madama entro giovedì e passare alla Camera per l’ok già la prossima settimana.

Il Governo nazionale metterà sul piatto risorse finanziarie per complessivi 150 milioni che vengono destinati ai comuni siciliani in considerazione degli accantonamenti del Fondo crediti di dubbia esigibilità (FCDE), ma tenendo conto del disavanzo risultante dal consuntivo 2019 e la platea dei beneficiari ammonta a circa 210 enti locali dell’Isola.

In base al decreto fiscale, nelle casse di Palazzo delle Aquile dovrebbero arrivare circa 70 milioni che consentirebbero di chiudere il bilancio del 2021. Discorso a parte invece per i 500 milioni, al momento virtuali e “spalmati” in vent’anni grazie al disegno di legge di Bilancio dello Stato ancora da approvare e alla quale Orlando guarda alla definizione del piano pluriennale per evitare “la crisi di sistema”.  Allo stato attuale nel testo del ddl è prevista all’articolo 173 una norma che per il 2022 e per il 2023 dispone risorse per i soli comuni in piano di riequilibrio.

Non si tratterebbe però, naturalmente, di un regalo da parte di Draghi ai palermitani. Per ottenere quelle risorse infatti, il
Comune dovrà sottoscrivere misure straordinarie che comporterebbero un aumento della pressione fiscale. A partire dall’aumento in deroga dell’addizionale Irpef con stime di aumenti progressivi (fino all’1,4) per tutte le fasce di reddito. Ma rincari sono previsti anche per la tassa di soggiorno, e delle multe per la Ztl.

Aggiornamento: discusso in commissione bilancio e votato favorevolmente

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Cateno De Luca si racconta a Donna Sarina: “Sono andato nell’aldilà e sono tornato” CLICCA PER IL VIDEO

Ospite della prima puntata del format web de ilsicilia.it “Donna Sarina” è Cateno De Luca, ex sindaco di Messina e leader dell’opposizione

BarSicilia

A Bar Sicilia, Nuccia Albano: “Al fianco dei deboli. Rdc? Siciliani chiedono lavoro”

E’ Nuccia Albano, assessore regionale alla Famiglia, Politiche Sociale e Lavoro, l’ospite della puntata numero 224 di Bar Sicilia. Intervistata da Maurizio Scaglione e Marianna Grillo, l’esponente della Dc ha fatto il punto sulle iniziative del Governo a sostegno dei disabili, delle vittime di violenza ma anche sugli interventi a sostegno dell’occupazione

La Buona Salute

La Buona Salute 61° puntata: Cancer Center

La 61^ puntata de La Buona Salute è dedicata al Cancer Center presso l’ARNAS Garibaldi di Catania, con nuovi spazi e tecnologia all’avanguardia per migliorare le prestazioni per i pazienti oncologici

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.