Condividi

Sbarchi senza sosta a Lampedusa: 199 migranti trasferiti all’hotspot

domenica 14 Agosto 2022
foto di repertorio

Sono 199, con 8 diverse imbarcazioni, i migranti giunti fra la notte e l’alba a Lampedusa. Sette tunisini, con un barchino di 7 metri partito da Djerba, sono riusciti ad approdare autonomamente a molo Madonnina e sono stati bloccati dai carabinieri. Altri 12, alle 2 circa, sono stati bloccati a Punta Guitgia dai militari della Guardia di finanza. L’imbarcazione non è stata ancora rinvenuta.

A 10 miglia dalla costa, la motovedetta Cp324 della Guardia costiera, ha bloccato una lancia di 10 metri con a bordo 92 persone, fra cui una donna e 5 minori, provenienti da Egitto, Senegal, Pakistan, Guinea e Marocco. A 4 miglia da Punta Sottile, un’altra motovedetta delle Fiamme gialle ha agganciato 11 tunisini su un barchino di 5 metri e altri 25, fra cui 9 donne, in fuga da Costa d’Avorio, Camerun e Guinea. Sempre la Guardia di finanza si è occupata del trasferimento dei 22 tunisini sbarcati, nel pomeriggio di ieri, a Pozzolana di Ponente a Linosa. Rientrando verso il porto di Lampedusa, la G216 della Guardia di finanza ha infine intercettato e bloccato un natante con 12 tunisini a bordo e altri 16, fra cui una donna e 2 minori.

Tutti i gruppi sono stati portati, dopo un primo triage sanitario effettuato a molo Favarolo, all’hotspot di contrada Imbriacola.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia: “C’era una volta la Dc”, Calogero Mannino ed Elio Sanfilippo riavvolgono il nastro della storia CLICCA PER IL VIDEO

Un’Italia malconcia e acciaccata venne rimessa in piedi a forza di acqua santiere e ricostituenti specifici, mentre pattinando sui dubbi degli italiani la Democrazia cristiana fu capace di dispensare certezze quotidiane, a volte di breve respiro, ma di grande efficacia e di sicuro impatto divulgativo

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.