Condividi

Simone Cristicchi ritorna a Palermo con “Il secondo figlio di Dio” [Fotogallery]

venerdì 17 Novembre 2017

La nuova stagione del Teatro Biondo di Palermo (sala Grande) si apre stasera, ore 21, con Simone Cristicchi autore, insieme a Manfredi Rutelli, e interprete dello spettacolo “Il secondo figlio di Dio – Vita, morte e miracoli di David Lazzaretti“.

Il secondo figlio di Dio è ispirato alla vicenda incredibile, ma realmente accaduta, di David Lazzaretti, detto “Il Cristo dell’Amiata”: in cima a una montagna, davanti a una folla adorante di quattro mila persone, un uomo si proclama la reincarnazione di Gesù Cristo. È il luglio del 1878. L’inizio di una rivoluzione possibile, che avrebbe potuto cambiare il corso della storia.

Tra canzoni inedite e narrazione, il protagonista ricostruisce la parabola di Lazzaretti, da figlio di carrettiere a predicatore eretico con migliaia di seguaci; racconta il suo sogno, rivoluzionario per i tempi, culminato nella realizzazione della “Società delle Famiglie Cristiane”, una società più giusta, fondata sull’istruzione, la solidarietà e l’uguaglianza. Un proto-socialismo che sposa i principi del Vangelo delle origini, citato e studiato anche da Gramsci, Tolstoj e Padre Balducci.

Il “cantattore” Cristicchi racconta l’ultimo eretico Lazzaretti e un piccolo lembo di Toscana (Arcidosso e la Maremma grossetana), che diventa lo scenario di una domanda più grande, universale, che riguarda ognuno di noi: la possibilità di fondare una società nuova, più solidale, etica e giusta.

Quella terra così aspra e bella, che abitua i suoi figli alla durezza del lavoro ma anche all’idea di cooperazione, dove la natura sembra quasi resistere alla trasformazione in paesaggio, quella terra è certamente la coprotagonista nel racconto della straordinaria vicenda di David Lazzaretti. La storia di un’idea. La storia di un sogno.

Cristicchi è anche autore delle musiche, scritte insieme a Valter Sivilotti ed eseguite (in registrazione) da Marco Bianchi (chitarre e live looping), Andrea Musto (violoncello), Francesco Tirelli (percussioni), Sebastiano Zorza (fisarmonica) con il Coro Ensemble Magnificat di Caravaggio diretto da Massimo Grechi; le scene e i costumi sono di Domenico Franchi, le luci di Cesare Agoni.

Lo spettacolo è prodotto dal Centro Teatrale Bresciano e da Promo Music con la collaborazione di Mittelfest e Dueffel Music e diretto da Antonio Calenda.

Repliche fino a domenica 26 novembre.

 

  • foto di scena di Tommaso Le Pera
Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.