Condividi

Classicismo e modernità nella riscrittura del “Tamerlano”. L’intervista al cast prima del debutto [VIDEO]

sabato 10 Febbraio 2018

 

Nell’ultima stagione dei cammini Tamerlano si trova morente, ai piedi di un albero, a rievocare la gloria e lo splendore delle conquiste con un atroce dubbio che, per la prima volta, si insinua nella sua carne.

Vincenzo Pirrotta

A vestire i panni del guerriero, nella riscrittura del testo realizzata da Luigi Lo Cascio che firma anche la regia, al debutto in anteprima nazionale al Teatro Biondo di Palermo, è Vincenzo Pirrotta che, sulla scena, non si risparmia nell’incorporare la crudeltà.

Intorno a lui ruotano vicende e contraltari della storia originale che, nel ripercorrere più o meno fedelmente nel primo atto le tracce originali dell’opera di Marlowe, vira nel “contemporaneo” nel secondo atto.

In un impianto scenico raffinatissimo (Nicola Console e Alice Mangano) che alterna luci (Cesare Accetta), ombre e ambientazioni con lo scorrere di pannelli e strutture da ogni direzione, un racconto circolare fa coincidere l’inizio della storia di Tamerlano con la sua fine.

Tamerlano - Pirrotta Cacciatore

In mezzo ci stanno le straordinarie conquiste dell’eroe visionario, l’amore per Zenocrate (Lorena Cacciatore), i figli, orgoglio e rovina dello stesso guerriero, e a chiusura la contemporanea riflessione sulla guerra, declamata da Gigi Borruso, e contestualizzata nei segni che la città di Palermo ancora riporta.

Se il testo di Lo Cascio si caratterizza per poeticità ed eleganza, con citazioni colte che vanno da Borges a Hobbes, è negli intermezzi dialettali che la riscrittura pecca in organicità con il resto, per quanto le interpretazioni dell’intero cast (Tamara Balducci, Giovanni Calcagno, Paride Cicirello, Marcello Montalto, Salvatore Ragusa, Fabrizio Romano) siano di elevato livello professionale.

Non di meno la scelta delle musiche originali, curate da Andrea Rocca, sempre di gentile accompagnamento alla recitazione e in grado di conquistare l’attento pubblico in sala che, tra i tanti applausi a scena aperta, manifesta apprezzamento per l’intera messa in scena.

Prima del debutto abbiamo intervistato il regista, Vincenzo Pirrotta e Lorena Cacciatore; lo spettacolo replicherà a Palermo fino al 18 febbraio e, dal 14 al 18 marzo, verrà ospitato dal Teatro Verga di Catania.

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA IN ALTO.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, parla il Prefetto Cucinotta: “Tuteleremo fondi Pnrr da infiltrazioni mafiose. E’ un problema nostro” CLICCA PER IL VIDEO

Il Prefetto di Palermo Maria Teresa Cucinotta intervistata a margine dell’iniziativa “Giornata della Trasparenza”, organizzata dall’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, ha fatto il punto sugli strumenti a disposizione della Giustizia per evitare il rischio di infiltrazioni mafiose sui fondi Pnrr e sulle grandi opere pubbliche

BarSicilia

A Bar Sicilia l’assessore regionale Scarpinato: “Ecco il nostro Turismo 4.0” CLICCA PER IL VIDEO

E’ Francesco Scarpinato, l’ospite della puntata numero 217 di Bar Sicilia. L’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo ha parlato del futuro della Sicilia e dei progetti legati al settore che è considerato il volano dell’economia dell’Isola. A intervistarlo, come sempre, il direttore Marianna Grillo e l’editore Maurizio Scaglione. Scarpinato raccoglie un’eredità importante lasciata dall’ex…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.