Condividi

Sospensione AstraZeneca, Razza: “In arrivo 50.000 dosi di Pfizer in più”

lunedì 15 Marzo 2021
Ruggero Razza

L’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, ha tenuto una conferenza stampa per spiegare le iniziative messe in atto dal governo Musumeci, dopo la decisione dell‘Agenzia italiana del farmaco di estendere, in via precauzionale, il divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca su tutto il territorio nazionale.

Pochi minuti fa ho firmato la sospensione delle vaccinazioni, in adesione al documento predisposto da AIFA che, come ha chiarito il Ministro Speranza, si tratta di un atto cautelativo in attesa delle decisioni di domani che dovranno essere assunte dall’Ema. Ciò che sta accadendo in queste giornate, è senza dubbio la dimostrazione che in Italia e in Europa, la farmacovigilanza funziona in maniera tempestiva”, annuncia l’assessore Razza.

L’Oms- prosegue Razza– ha ribadito ulteriormente che il vaccino è assolutamente sicuro, questo ho il dovere di dirlo perché in Sicilia sono oltre 115 mila i cittadini che hanno ricevuto un vaccino AstraZeneca, e le evidenze scientifiche chiarite da Aifa ed Ema indicano con chiarezza che il vaccino è sicuro, somministrato in milioni e milioni di dosi in tutto il mondo. Lo stop dell’Aifa arriva per un motivo di precauzione, anche per rassicurare i tanti cittadini preoccupati”.

Per individuare quale tipo di vaccino somministrare a chi si è prenotato, dobbiamo aspettare le decisioni dell’Aifa di domani. L’auspicio è che tutti i vaccini somministrati al mondo, siano somministrati anche in Italia. Questo atteggiamento di prudenza da parte dell’Aifa va nell’interesse dei cittadini, ai quali non si può chiedere di sottoporsi a vaccinazione nell’incertezza di dati scientifici. Penso abbia fatto bene l’Aifa a prendersi il tempo necessario, perché di giorno in giorno stava iniziando a crescere il sentimento di allontanamento dalla vaccinazione , e questo sarebbe stato sbagliato”.

“Oggi è arrivata un’altra notizia non edificante, ci spettavamo da AstraZeneca 50 mila dosi, ne riceveremo 10 mila. In compenso abbiamo notizia di un aumento per la fornitura del vaccino Pfizer, 100mila dosi invece di 50mila. A questi si aggiungerà quello di J&J”.

Razza ha fornito i numeri delle somministrazioni effettuate in Sicilia: quasi 400 mila Pfizer, 115 mila AstraZeneca e circa 19mila Moderna. “Ad aprile cercheremo di superare le 35mila dosi al giorno – ha aggiunto – L’asticella per raggiungere gli obiettivi è a portata di mano”.

Anche il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, in una dichiarazione ha invocato, in tempi rapidi, chiarezza e soprattutto un messaggio ultimativo da parte degli enti competenti, dato che moltissimi cittadini siciliani, comprensibilmente preoccupati, hanno deciso di rinviare o addirittura di rinunciare all’inoculazione del vaccino anti covid.

A questo punto, noi per primi, attendiamo risposte dalle autorità sanitarie europee e nazionali. Tutti i nostri hub vaccinali, approntati per garantire migliaia di somministrazioni giornaliere, sono pronti alla riconversione delle dosi AstraZeneca bloccate, doverosamente, con altri vaccini. I siciliani hanno diritto a veder tutelata la loro salute! Nessuna polemica, ma al Governo nazionale chiedo di aiutare chi è sul territorio a spiegare ai cittadini come comportarsi. Non si può mettere in discussione la campagna vaccinale. Tutti vogliamo tornare a vivere”, dichiara Musumeci.

L’assessore Razza sottolinea che oggi è stato inaugurato il settimo hub vaccinale e  che si è svolta una lunga riunione anche con le forze armate, preparando così la vaccinazione di massa.

Da domani alle 15, sarà aperto il portale della Regione (siciliacoronavirus.it) per le prenotazioni dei soggetti estremamente fragili, sarà possibile prenotarsi anche attraverso il call center. A riguardo, l’assessore Razza, invita si alla prudenza, ma anche a non guardare con diffidenza alla vaccinazione, che ad oggi rappresenta l’unico modo per uscire dalla pandemia, sostenendo che “Non dobbiamo avere paura del vaccino più di quanto faccia il virus”, aggiunge Razza.

Tra le restrizioni e la proficua campagna vaccinale portate avanti, l’assessore Razza fa il punto della situazione sull’attuale andamento della curva epidemiologica in Sicilia. Si assiste ad un andamento abbastanza stabile in questi giorni, nel senso che ci sono alcune aree territoriali in cui la crescita è ordinata, ma costante. “Da alcuni giorni avvertiamo una graduale crescita dell’ospedalizzazione, che invece nelle settimane scorse era sembrata regredire in maniera forte. Io penso che i cittadini siciliani faranno tesoro dei prossimi 15 giorni. Il presidente della Regione è intervenuto con tempestività ovunque ed è stato necessario istituire una zona rossa. Per molti ha fatto male la decisione del governo centrale di partire tutti da una zona arancione. Io osservo che questo è il momento di puntare assieme alla vaccinazione alla normalità, utile qualche giorno in più”, conclude Razza.

 

 

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.