Condividi

Speciale amministrative 2022 | CLICCA E SEGUI LA DIRETTA

lunedì 13 Giugno 2022
TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

IlSicilia.it sta seguendo in diretta le elezioni amministrative.  Alle 14,00 con l’inizio delle operazioni di spoglio, interviste e contributi esclusivi dei protagonisti di questa tornata elettorale. Segui anche la pagina Facebook.

**ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO**

ore 22.30. Messina. Federico Basile sindaco al primo turno con oltre il 46%. In attesa dei risultati ufficiali il neo sindaco insieme a Cateno De Luca lascia la segreteria tra gli applausi e la festa della folla e raggiunge il palco a Piazza Duomo. Lì, tra fuochi d’artificio e alla presenza di Nino Germanà, Ismaele La Vardera e Danilo Lo Giudice e con Dino Giarrusso in collegamento telefonico si annuncia la fase 2 del progetto: “lo sfratto a Musumeci. Abbiamo vinto contro la vecchia politica e adesso andiamo a Palermo” è il coro.

19.45 Bernadette Grasso eletta sindaco di Caprileone per la quarta volta.

19.40 Mario Cicero è nuovamente sindaco di Castelbuono.

19.30 Rossana Cannata eletta nuovo sindaco di Avola.

19:10- Messina. La prima a complimentarsi con Federico Basile è la parlamentare pentastellata Angela Raffa (quando ancora i risultati sono ufficiosi). Complimenti a Federico Basile nuovo sindaco della città di Messina. Anche se parziali, i risultati sono oramai chiari. Gli ho già telefonato per le dovute congratulazioni, manifestandogli anche la mia disponibilità, ferme le differenze politiche e di appartenenza, a lavorare in sinergia per il bene di Messina. Numerosi sono i dossier aperti, sia comunali che sul territorio metropolitano (ex provincia).
Rivolgo un grande ringraziamento a Franco De Domenico. Non si è risparmiato e nonostante il ritardo accumulato, ha condotto una campagna generosa e con raro impegno. L’ho chiamato per ringraziarlo personalmente. Dopo le elezioni che hanno visto prevalere Accorinti nel 2013 e De Luca nel 2018, ancora una volta vince un progetto slegato dalle forze politiche tradizionali e che si presenta ai cittadini con grande anticipo. Prendiamone atto, i cittadini hanno sempre ragione. Dovremmo imparare la lezione. E’ questa la differenza: mentre Basile, ed i suoi assessori scelti già mesi prima, erano tra i cittadini, noi eravamo chiusi in riunioni riservate tra equilibri e bilancini.
Mesi di tempo persi per scegliere il nome del candidato. Le elezioni si vincono tra le persone. Io non credo che i cittadini abbiamo scelto De Luca rispetto ad altri. Io credo che per mesi tra Federico Basile ed il ‘nessun nome’ che gli altri proponevano, giustamente i cittadini hanno scelto l’unico progetto che hanno avuto modo di conoscere per tempo, confrontandosi ed incontrando più volte coloro chiamati a realizzarlo. Le elezioni non si vincono negli ultimi giorni, ed era evidente che per noi era una sfida in salita.  Io sono però positiva. Dopo un periodo molto travagliato per noi del Movimento 5 Stelle, con una lunga reggenza di Vito Crimi lasciando i territori senza responsabili e referenti, adesso siamo ripartiti. Stiamo costruendo strutture locali, tanti candidati giovani, persone sane e motivate che credono nel nostro progetto. Sono tutti segnali positivi, un ottimo punto di partenza per questi sei mesi che ci porteranno alle regionali prima e alle politiche il prossimo anno. Io credo che ci sono tutte le condizioni per risalire nei sondaggi e spiegare il nostro nuovo progetto del Movimento 5 Stelle targato Giuseppe Conte.

18:55 A Melilli (Siracusa) concluso lo spoglio elettorale. Confermato il risultato che era già netto sin dalle prime battute delle operazioni di scrutinio. L’uscente Giuseppe Carta conferma la sindacatura, superando con una vittoria schiacciante lo sfidante Pippo Sorbello, ex assessore regionale.
Carta, esponente di Forza Italia, ha ottenuto il 70% dei voti.

18:51 E’ ufficiale Orlando Russo ha vinto ancora. Per la terza volta consecutiva è sindaco di Castelmola (Messina). Lo spoglio e’ in dirittura d’arrivo e quando mancano soltanto 30 schede, il vantaggio e’ ormai incolmabile e Russo è avanti di oltre 70 preferenze sul suo rivale Angelo D’Agostino

18:27  Messina. I dati che provengono dalle segreterie sono più avanzati rispetto a quelli ufficiali. Su 130 sezioni (non complete) pari al 30% dello scrutinio, Federico Basile è ancora in netto vantaggio con il 46,66% (15.948 voti). A seguire Maurizio Croce con il 26,76%, Franco De Domenico con 23.05%, Salvatore Totaro 1,98%, Gino Sturniolo 1,45. La vittoria sarebbe quindi al primo turno per il candidato scelto da Cateno De Luca quale suo successore.

18.25 Quando mancano 200 schede Orlando Russo è ormai vicinissimo alla rielezione a sindaco di Castelmola. Il sindaco in carica distanzia di 70 voti lo sfidante Angelo D’Agostino

18:22 Daniele Tumminello, candidato di una lista civica di centrosinistra, è il nuovo sindaco di Cefalù (Palermo).

18:02 In base alla quarta proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Palermo il candidato ROBERTO LAGALLA (centrodestra) raggiunge il 47,6%. In base alla legge regionale sarebbe eletto sindaco di Palermo. Al secondo posto FRANCO MICELI (centrosinistra) con il 28,4%. Al terzo posto FABRIZIO FERRANDELLI al 14,8%. Al quarto posto RITA BARBERA al 4,5%. La copertura è del 59%.

17:54 Dopo lo scrutinio di 5 sezioni su 253 a Messina il candidato sindaco Federico Basile, appoggiato da liste civiche, Prima l’Italia e dall’ex sindaco Cateno De Luca, è in testa col 64,86% dei voti. Lo seguono Maurizio Croce (Centrodestra) col 19,22% e Franco De Domenico (Centrosinistra) col 13, 81%.

17.30 Lo scrutinio procede a passo lento ma Rossana Cannata si avvia a vincere la sfida per la sindacatura ad Avola (Siracusa). Quando sono state scrutinate appena 15 sezioni su 31 la deputata regionale (sostenuta da 7 liste civiche e tre di partito) è in netto vantaggio, con il 61% delle preferenze, sugli altri due candidati, Antonino Campisi (21%) e Corrado Loreto (17%).

17:22- Messina. Dai dati che provengono dalle segreterie in 82 sezioni (su 253) le percentuali non sono cambiate e Federico Basile è in vantaggio (46,9%) rispetto a Maurizio Croce (25,6%), testa a testa con Franco De Domenico (25,13%). Totaro si attesta all’1,73% seguito da Gino Sturniolo (1,45%)

17:05 A Castelmola (Messina) il sindaco in carica Orlando Russo in vantaggio su Angelo D’Agostino. Russo al momento stacca lo sfidante di 65 preferenze. Lo spoglio e’ giunto alla metà delle 760 schede da scrutinare. A Castelmola l’affluenza e’ stata del 75%.

17:04 In base alla terza proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Palermo il candidato ROBERTO LAGALLA (centrodestra) raggiunge il 48,3% (la sua coalizione è al 54,5%). In base alla legge regionale sarebbe eletto sindaco di Palermo. Al secondo posto FRANCO MICELI (centrosinistra) con il 28,1% (la sua coalizione è al 26,8%). Al terzo posto FABRIZIO FERRANDELLI al 14,2% (la sua coalizione è al 10,1%). Al quarto posto RITA BARBERA al 4,6% (la sua coalizione è al 4%). La copertura è del 39%.

16:28  Forza Italia 12%, Pd 10,8%, Azione-Più Europa 9,2, Lavoriamo per Palermo 8,9%, FdI 8,4, Movimento 5 Stelle 7,6%, Progetto Palermo 5,7%, Democrazia Cristiana 5,6%, Prima l’Italia 4,7%, Alleanza per Palermo 4,1%, Rita Barbera Sindaca 4%, altri 19%. Queste le proiezioni Rai del Consorzio Opinio Italia per le Comunali a Palermo, con la copertura del 18% del campione.

16:04- Messina– secondo i primi dati, estremamente parziali (si tratta ancora di pochissime sezioni) il candidato sindaco Federico Basile sarebbe avanti (oltre il 45%) seguito dal candidato sindaco del centrosinistra Franco De Domenico e dal candidato sindaco del centro destra Maurizio Croce. La capogruppo Ars di Fratelli d’Italia Elvira Amata:E’ ancora prematuro commentare questi dati, certamente non possiamo rimproverarci nulla. I candidati di Fratelli d’Italia hanno dato il massimo e si sono spesi nel territorio come abbiamo sempre fatto”.

15:54 In base alla seconda proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Palermo il candidato ROBERTO LAGALLA (centrodestra) raggiunge il 45,7%. In base alla legge regionale sarebbe eletto sindaco di Palermo. Al secondo posto FRANCO MICELI (centrosinistra) con il 27,4%. La copertura è del 18%.

15:35- In provincia di Messina ci sono già quattro sindaci ai quali è bastato raggiungere il quorum dei votanti (50% più uno). Non avevano infatti competitor. A Letojanni l’unico candidato sindaco era l’uscente Alessandro Costa , ad Alcara Li Fusi Ettore Dottore, a Cesarò Katia Ceraldi e a Malfa Clara Rametta.  “Stiamo portando avanti molte opere pubbliche – ha dichiarato Alessandro Costa – ed abbiamo ritenuto utile proseguire con il nostro progetto”. Costa venne eletto per la prima volta in Consiglio nel 1997; dal 2007 al 2012 è stato presidente del Consiglio e, successivamente, sindaco di Letojanni. Correva da sola Clara Ramatta a Malfa. L’imprenditrice del settore turistico era stata eletta nel 2017. Ambiente, cultura e turismo sono i temi che hanno polarizzato l’attenzione della prima cittadina nel precedente mandato. Stessa situazione  a Cesarò dove l’avvocato  Kata Ceraldi, che nella precedente consiliatura ha ricoperto il ruolo di capogruppo di opposizione.

15.: 04 In base alla prima proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Palermo il candidato ROBERTO LAGALLA (centrodestra) raggiunge il 44,6%. In base alla legge regionale sarebbe eletto sindaco di Palermo. Al secondo posto FRANCO MICELI (centrosinistra) con il 28,7%. La copertura è del 5%

14:01 È iniziato lo spoglio.

14:00 A Castroreale (Messina) si è registrato un aumento dei votanti del 25,37%: alle scorse elezioni aveva votato il 50, 10% degli elettori, questa volta è andato alle urne il 75,47%. A Castelmola (Messina) si è registrato un 7,08% di votanti in più, ha votato il 75,62%. Anche a Petralia Sottana, Prizzi e San Cipirello (Palermo) sono aumentati i cittadini che sono andati a votare: in quest’ultimo comune è andato a votare il 58,94% degli elettori il 19,43% in più delle scorse comunali. A Lampedusa (Agrigento) ha votato il 66,83% degli elettori, il 7,88% in meno rispetto alle scorse comunali.

13:17  Scrutatori in rivolta a Palermo, per i turni massacranti di sabato e domenica nei seggi elettorali, dovuti principalmente al caos scaturito per la rinuncia di 174 presidenti e per i ritardi nella consegna delle schede elettorali da firmare e vidimare.  C’è chi preannuncia azioni legali. “E’ una follia – dice uno scrutatore della sezione Montegrappa – Ieri il turno è stato di ben 21 ore consecutive, dalle 6 del mattino alle 3,30 di questa notte e con appena un’ora di pausa. In più, sabato altre cinque ore per le operazioni preparatorie e per di più avendo ricevuto le schede con un ritardo di 4 ore”. Oggi il terzo round, con lo spoglio delle schede dei candidati a sindaco e al Consiglio comunale.

12:45 A Messina per le comunali ha votato il 55,57% degli elettori, alle precedenti elezioni aveva votato il 65,01% (-9,44%). I seggi sono stati chiusi ieri sera alle 23.

12:35 L’ufficio elettorale dell’assessorato regionale agli Enti locali ha corretto il dato riportato nel sito della Regione sull’affluenza in Sicilia nei 120 Comuni al voto ieri: inizialmente era del 27,61%, ma gli uffici lo hanno portato al 51,30%. La più alta partecipazione a Maniace, Comune del catanese, con l’85,47%; la più bassa ad Acquaviva Platani, nel nisseno: 19,02%. Su 1.534.427 di elettori aventi diritto, si sono recati alle urne in 787.228.

12:32 Sono oltre 200 le persone segnalate alla Procura di Palermo dopo il caos ai seggi di ieri nel capoluogo siciliani, con decine di sezioni rimaste chiuse per ore perché presidenti e scrutatori non si sono presentati.

I magistrati, coordinati dal procuratore aggiunto Sergio Demontis, hanno aperto una inchiesta per accertare la legittimità o meno delle rinunce agli incarichi, molte delle quali sarebbero arrivate a poche ore dal voto. I reati ipotizzati sono l’interruzione di pubblico servizio, il rifiuto di atti d’ufficio e la violazione di una legge elettorale del 1960.

La coincidenza del voto per le comunali con quello per il referendum determina la necessità per gli inquirenti di comprendere anche quale sia la norma applicabile.

11:38 Nei 120 Comuni al voto per le amministrative in Sicilia l’affluenza è stata di appena il 27,61%: la più alta a Maniace, comune del catanese, con l’85,47%; la più bassa ad Acquaviva Platani, nel nisseno: 19,02%. Su 1.534.427 di elettori aventi diritto, si sono recati alle urne in 425.236.

 

 

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, blitz contro clan dei Cursoti milanesi: ordinanza per 24 persone CLICCA PER IL VIDEO

L’operazione antimafia denominata “Zeus” è stata eseguita la notte scorsa dalla polizia di Catania contro 24 presunti appartenenti al clan dei Cursoti milanesi. L’inchiesta, coordinata dalla locale Direzione distrettuale antimafia, ipotizza, a vario titolo, i reati di associazione mafiosa, estorsione, traffico di cocaina e marijuana, porto e detenzione di armi da fuoco, spaccio di sostanze…

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.