Condividi

Sud e giovani, Busetta: “Futuro governo non dimentichi Sicilia”. CLICCA PER IL VIDEO

giovedì 6 Ottobre 2022

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Politica per il Mezzogiorno, iper inflazione globale delle materie prime e impennata dei prezzi dell’energia, come conseguenza della crisi russa-ucraina, sono solo le prime emergenze già approdate sui tavoli romani e che aspettano il futuro premier.

“Il presidente Mattarella non potrà fare altro che incaricare Giorgia Meloni, dopo i risultati brillanti ottenuti. Così funziona la democrazia. La trovo garbata e responsabile, questo ci fa sperare, considerata la situazione ben complicata, sapendo che molte aziende sono in difficoltà a causa del caro energia. Avrà da lavorare” ha detto ai microfoni de ilSicilia.it, il professore Pietro Massimo Busetta, ordinario di Economia -Università degli Studi di Palermo.

Sul fronte regionale, “Per quanto riguarda la Sicilia, abbiamo il presidente Schifanti, un conoscitore del mondo che ha ricoperto diversi incarichi prestigiosi e mi pare si stia muovendo con molta calma. Certo, dovrà fare i conti con i partiti che lo hanno appoggiato. Credo farà un governo di peso”.

Busetta ribadisce la necessità di una politica meridionalista : il Sud rimane ancora l’area più attanagliata dell’Italia, a causa della mancanza di occupazione. “La politica deve capire che qui abbiamo bisogno di un milione di posti di lavoro”, e incentivare il mercato del lavoro “è determinate per evitare che i ragazzi scappino dalla nostra Sicilia, per lavorare all’estero facendo la ricchezza di altri paesi. Il nostro paese è molto provinciale, è stato gestito da persone scadenti e che non hanno capito niente, e ci metto pure la Lega che non ha mai lavorato per il Sud, gente inadeguata che guarda al loro cortile di casa. Non hanno la prospettiva di comprendere che mettere a regime il Sud significa collegarsi con Hong-Kong e Singapore, che fare il ponte sullo stretto vuol dire collegarsi a tutti i porti. Ci vorrebbe gente come De Gasperi”.

La somma dei problemi, che attanagliano giovani, famiglie ed imprese, aprirà la strada ad una potenziale crisi economica?

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Influenza, Covid e nuovi virus: a Bar Sicilia tutti i consigli dei professori Corrao e Vitale CLICCA PER IL VIDEO

Tra i professori inseriti nella World’s Top 2% Scientist, la graduatoria planetaria delle scienziate e degli scienziati con livello più elevato di produttività elaborata dalla Stanford University, ci sono anche Salvatore Corrao, Professore di Medicina Interna dell’Università di Palermo e Capo Dipartimento di Medicina Clinica dell’Arnas-Civico di Palermo e Francesco Vitale, Professore ordinario di Igiene…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.