Condividi

UniPa prima Università del Sud Italia: è settima nella classifica nazionale

mercoledì 13 Luglio 2022
Midiri Massimo

L’Università degli Studi di Palermo si piazza al primo posto al Sud Italia e si conferma al settimo posto a livello nazionale in ex aequo con l’Università di Torino, secondo la classifica Censis 2022/2023 dei mega Atenei, quelli con più di 40mila iscritti.

Soddisfazione del Rettore, Massimo Midiri, che sottolinea “il punteggio di 101 in comunicazione e servizi digitali, secondo soltanto ad un’Università di riconosciuta eccellenza come quella di Bologna”.

Risultati in crescita anche per le borse di studio e soprattutto per l’internazionalizzazione: “Stiamo spingendo sempre di più – commenta il Rettore -, sia con il coinvolgimento di un maggior numero di aree disciplinari all’interno dell’Ateneo sia con l’estensione del numero di Paesi con i quali si realizzano accordi di mobilità e rapporti di collaborazione e cooperazione”.

Sono diverse le iniziative per il miglioramento strutture, servizi ed occupabilità: “Stiamo investendo oltre 17 milioni di euro per l’ammodernamento delle sedi universitarie, l’innovazione delle strutture didattiche col potenziamento dei sistemi multimediali, azioni mirate alla riduzione dell’impatto ambientale e per dotare i nostri spazi di luoghi di aggregazione, sociale, culturale, artistica, di campi sportivi e punti ristoro – afferma Midiri -. Anche per quanto riguarda i servizi stiamo promuovendo importanti interventi, grazie al dialogo e alla collaborazione continua con gli studenti”. Tra le iniziative, c’è ad esempio la riorganizzazione delle segreterie studenti con nuovi sistemi per prenotare gli appuntamenti e gestire le pratiche tramite app.

L’attenzione, però, si concentra in particolare sull’occupabilità: “Abbiamo stretto oltre tremila accordi con aziende siciliane e nazionali con le quali – dice il Rettore -, a partire da settembre, daremo il via ad un programma di tirocini curriculari”. Già stato stanziato un milione di euro che “consentirà a studentesse e studenti di mettere in pratica la loro formazione, di avere opportunità lavorative di assoluto rilievo, oltre che di mantenere qui l’inestimabile patrimonio delle loro competenze e potenzialità, elemento insostituibile per la ripartenza e per fare tornare a crescere il nostro territorio”, conclude Midiri.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Relazione Antimafia regionale all’Ars, Cracolici: “L’obiettivo è far sentire il fiato sul collo a Cosa Nostra” CLICCA PER IL VIDEO

Il presidente della commissione Antimafia siciliana, Antonello Cracolici, ha presentato all’Ars la relazione sull’attività della commissione a un anno dal suo insediamento

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.