Condividi

Università di Catania: Francesco Priolo è il nuovo rettore

martedì 27 Agosto 2019
Francesco Priolo, rettore Università di Catania

Francesco Priolo è il nuovo rettore dell’Università di Catania per il sessennio 2019/2025. A scrutinio concluso, il direttore del dipartimento di Fisica e Astronomia e ordinario di Fisica della Materia ha ottenuto un totale di 975 voti, 881 da docenti e studenti, più 94 – pari a 470 preferenze – del personale tecnico-amministrativo, che contribuiva all’elezione del rettore con voto ponderato corrispondente al 20% del numero dei docenti aventi diritto al voto. Il quorum necessario per essere eletto alla seconda votazione era di 792 voti.

L’affluenza alla chiusura delle urne è stata del 76,48% di docenti e studenti (1021 su 1335 aventi diritto: 1240 docenti e 95 studenti) e del 54,65% tra il personale tecnico amministrativo (676 su 1237 aventi diritto).

Il nostro ateneo riparte. – ha dichiarato a caldo il prof. Priolo – Ho perfettamente chiaro il peso del compito che oggi mi è stato affidato, una grande responsabilità specie perché la situazione è davvero difficile. Io auspico che il lavoro della magistratura possa concludersi presto e che i colleghi coinvolti nella vicenda giudiziaria abbiano la possibilità di giustificare il loro operato. Ma sia ben chiaro che la nostra dev’essere una comunità trasparente, non abbiamo nulla da nascondere sotto il tappeto. Ripartiamo quindi da un’operazione trasparenza che non potrà non essere apprezzata dalla società civile, anche per ricostruire un rapporto di fiducia con la città che sembra perduto”.

Da oggi lavoreremo, tutti insieme – ha proseguito il nuovo rettore, visibilmente emozionato per gli applausi ricevuti dalla gremitissima aula magna dei Benedettini – per porre le basi di un ateneo partecipato, un’università delle competenze e non delle appartenenze, che sappia valorizzare le professionalità presenti e fornire un proprio significativo contributo al territorio. Agli studenti dico, infine, ‘voi siete l’Università’: e ci impegneremo ad offrirvi sempre più quanto meritate, ma abbiamo bisogno delle vostre forze e della vostra fantasia. La strada è lunga e difficile, c’è moltissimo lavoro da fare, ma tutti insieme possiamo riuscirci. Buon lavoro a tutti noi”, ha concluso il prof. Priolo.

Il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, ha tenuto ad esprimere i propri auguri al nuovo rettore: “Rivolgo i più sentiti auguri di buon lavoro al nuovo magnifico rettore dell’ateneo catanese, sicuro che la massima istituzione formativa cittadina saprà riprendere e valorizzare il prestigio e l’autorevolezza di una storia lunga seicento anni, al servizio degli studenti e dei cittadini. L’Amministrazione comunale intende proseguire, con ancora maggiore intensità, il cammino già avviato di sinergica collaborazione con l’università e i Dipartimenti didattici, nell’ottica della leale e proficua collaborazione tra l’istituzione comunale e quella universitaria.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Relazione Antimafia regionale all’Ars, Cracolici: “L’obiettivo è far sentire il fiato sul collo a Cosa Nostra” CLICCA PER IL VIDEO

Il presidente della commissione Antimafia siciliana, Antonello Cracolici, ha presentato all’Ars la relazione sull’attività della commissione a un anno dal suo insediamento

BarSicilia

Bar Sicilia, Razza pronto a correre per un seggio a Strasburgo: “L’Europa entra sempre più nella vita dei siciliani” CLICCA PER IL VIDEO

Prima di affrontare la campagna elettorale che separa i siciliani dal voto del prossimo 8 e 9 giugno, Razza fissa la sua marcia d’avvicinamento all’obiettivo delineando concetti e misurando il feedback con i propri elettori

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.