Condividi

Università di Catania: Licciardello nuovo direttore del Dipartimento Scienze Chimiche

giovedì 26 Novembre 2020

Nomina di alto profilo all’Università di Catania, dove per il quadriennio 2020-2024, infatti, il prof. Antonino Licciardello, ordinario di Chimica fisica, è stato eletto nuovo direttore del Dipartimento di Scienze Chimiche. Licciardello, stimato docente con un lungo e apprezzato curriculum alle sue spalle, succede nel ruolo di direttore di dipartimento al prof. Roberto Purrello.

Insegnante nei corsi di laurea in Chimica e in Scienze Chimiche, il prof. Licciardello, 63 anni può vantare un curriculum con 120 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali. 

E’ stato visiting scientist presso il Physikalisches Institut dell’Università di Münster nel 1989, nel 1991-92 (borsa NATO/CNR), nel 2016-17 (anno sabbatico), e presso l’Università di Mons-Hainaut nel 2005 (grant FNRS).

E’ stato coordinatore del Dottorato di Ricerca in Scienza dei Materiali dell’Università di Catania per i cicli XXII-XV (2006-12), ha fatto parte del collegio dei docenti dello stesso Dottorato ed è attualmente membro del collegio dei docenti del Dottorato di Ricerca Internazionale in Scienze Chimiche. Licciardello è stato componente del Consiglio Direttivo della Divisione di Chimica Fisica della Società Chimica Italiana, e del Consiglio Direttivo della Sezione Sicilia della SCI. Fa parte, fin dalla sua fondazione, dell’Advisory Board del workshop internazionale biennale “SIMS Europe”, ha fatto parte (2009-2013) della International Committee della Secondary Ion Mass Spectrometry Conference e ha fatto parte, dal 2009 ad oggi, delle “International Scientific Committee” della stessa conference series. Nel 2011 è stato chairman della “18th International Conference on Secondary Ion Mass Spectrometry – SIMS XVIII” – Riva del Garda.

Il prof. Licciardello, inoltre, è stato autore di un brevetto e di oltre 150 comunicazioni a congresso e seminari, di cui circa 30 su invito. I suoi interessi scientifici riguardano la chimica fisica delle superfici e dei film sottili. E’ in particolare interessato ai processi chimico-fisici coinvolti nell’interazione tra particelle energetiche (fasci ionici, plasmi) e materia, allo sviluppo di tecniche di superficie ToF-SIMS, GD-MS, alle metodologie di modifica di superfici ed interfacce con vari metodi, dall’interazione con particelle veloci ai metodi di auto-assemblaggio per la costruzione di architetture nanometriche con proprietà funzionali. Alcuni dei risultati scientifici ottenuti in tali settori sono stati pubblicati su prestigiose riviste internazionali come Nature Materials e Advanced Materials, nel 2011 uno dei lavori di A.L. ha ricevuto il Beynon Prize Award. Nell’ambito della sua attività di ricerca AL ha stabilito rapporti di collaborazione scientifica con molti gruppi di ricerca in Italia ed all’estero ed ha paertecitato, come “principal investigator” a diversi progetti di ricerca finanziati da agenzie Europee e nazionali. Fin dagli anni ’80 ha contribuito alla introduzione ed allo sviluppo, presso l’Università di Catania, della Spettrometria di Massa di Ioni Secondari e, in qualità di leader del “Surface Engineering and Characterization Group”, è attualmente responsabile del laboratorio ToF-SIMS.

Il nuovo direttore del Dipartimento di Scienze Chimiche ha commentato con soddisfazione l’elezione al vertice del Dipartimento di Scienze chimiche, evidenziando soprattutto la volontà di porre in essere un impegno immediato e fattivo. “I punti cardine da cui partire – ha evidenziato il neodirettore del Dipartimento di Scienze Chimiche – sono la condivisione degli obiettivi, la trasparenza dei processi decisionali e la coesione interna per sfruttare al massimo le competenze”. Licciardello intende puntare sulle “eccellenze presenti nel Dipartimento, nel tentativo di rilanciare la ricerca, la progettualità e capacità di attrazione di fondi, i rapporti con il territorio, e per ottenere risorse per il reclutamento di forze giovani”. Uno sguardo, insomma, rivolto alla tradizione dell’Ateneo catanese e alle potenzialità umane e strategiche che possono proiettarlo in un futuro all’avanguardia, con la formazione di professionalità di alto livello.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.