Condividi

Vaccini a Palermo, Costa: “Siamo pronti per gli over 50”

giovedì 6 Maggio 2021
Renato Costa

Venite in tanti a vaccinarvi. Solo cosi’ potremo tornare ad avere una vita sociale“. È l’appello che rivolge dalle pagine di Repubblica Palermo il commissario per l’emergenza Covid del capoluogo siciliano, Renato Costa, quotidianamente presente alla Fiera del Mediterraneo, dove presto sara’ aperto un nuovo padiglione.

Siamo pronti per gli over 50 – spiega -. Chi, tra i 50 e i 59 anni, ha patologie potra’ venire anche senza prenotazioni da domani. Pero’ ci auguriamo che la gente si registri per organizzarci al meglio. Mentre chi e’ in salute puo’ gia’ prendere un appuntamento da stasera sul sito delle Poste, ma le vaccinazioni partiranno il 13 maggio”. Costa si dice certo che saranno evitate lunghe file: “Si’. Nella prima fase, quella dei ‘fragili’, non dovremmo avere difficolta’ perche’ non sono tanti. Quando apriremo a tutti, ci adegueremo in base alle adesioni. Entro una settimana apriremo un nuovo padiglione che ci permettera’ di somministrare molte piu’ dosi contemporaneamente“. “A chi ha patologie faremo Pfizer, a chi e’ in salute AstraZeneca“, spiega Costa, anche se ancora manca un ok da Roma per iniettare il vaccino anglo-svedese agli under 60.

Infatti – dice -, auspichiamo che entro il 13 maggio l’Agenzia italiana del farmaco dia il via, su dati scientifici, all’estensione di AstraZeneca agli over 50. La Regione e’ stata coraggiosa, ma se l’Aifa non dara’ l’ok, ovviamente ci fermeremo“. Questo permetterebbe di smaltire le scorte rimaste in frigo. “Si’, pero’ devo dire anche che abbiamo utilizzato il 48 per cento delle fiale di AstraZeneca, le altre le useremo per i richiami – dichiara -. Anche se non posso negare il problema: ne facciamo 400-500 al giorno su una media di 4.500 somministrazioni quotidiane“. Quella di Musumeci, sia per gli over 50 che per la vaccinazione a tappeto nelle isole minori, “penso sia una scelta saggia -. Commenta Costa -, perche’ il piano di vaccinazione non puo’ essere uguale in tutta Italia: ogni territorio ha le sue esigenze. In particolare, noi paghiamo il fatto che quasi tutte le morti sospette siano avvenute in Sicilia. E’ normale che qui ci sia piu’ diffidenza, nonostante la sicurezza dei vaccini“.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.