Condividi

Val di Noto: undici scuole di architettura propongono nuovi modelli di valorizzazione ambientale

mercoledì 12 Settembre 2018
val-di-noto

Immaginare per la Val di Noto nuovi modelli di valorizzazione ambientale e turistica di alcuni dei siti archeologici di maggior pregio di questo straordinario territorio: Noto antica, il Parco archeologico della Neapolis di Siracusa, il Castello Eurialo, il Castello di Palazzolo Acreide e il Parco archeologico di Akrai. Un team internazionale di 110 tra docenti e studenti di architettura italiani, spagnoli, portoghesi, francesi e argentini lavorano a questo progetto all’interno di un workshop iniziato il 6 settembre e destinato a concludersi il prossimo14 settembre nelle sale dell’ex-Convento dell’Immacolata di Palazzolo Acreide, il complesso trasformato per l’occasione in campus.

Un workshop internazionale dal forte carattere innovativo che già nel titolo, “Architecture, Archaeology and Tourism”, afferma il proprio carattere multidisciplinare, cifra che da sempre caratterizza le iniziative ideate da “Design Heritage Tourism landscapes”, network di scuole di architettura che ha già al suo attivo progetti ospitati a Valladolid, La Havana, Versailles, Evora e Cap Martin. A organizzare questa trasferta siciliana ha lavorato l’Università di Catania con la Struttura didattica speciale di Architettura di Siracusa in collaborazione con l’Università Iuav di Venezia, capofila del network.

Venerdì 14 settembre alle 16 sotto le volte dell’ex-Convento palazzolese saranno gli studenti a illustrare i risultati di questa esperienza a una giuria presieduta da Francesco Cellini, docente di Progettazione architettonica nell’Università di Roma Tre e tra i maggiori esperti di interventi in aree architettoniche. Ad offrire, in altre parole, percorsi possibili per uno sfruttamento intelligente e rispettoso di luoghi che stanno conoscendo un successo attestato dal numero in costante crescita di visitatori. E che per questo stesso motivo esigono un’attenzione sempre maggiore al rispetto dei delicati equilibri tra natura, giacimenti archeologici e crescita urbanistica. Con l’obiettivo finale di garantire gli standard di un turismo colto, lento e sostenibile.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Cracolici: “La mafia ha scelto forme diverse per infiltrarsi nei territori”

Nel nome di Falcone, di Borsellino e dei simboli dell’Antimafia che hanno saputo essere esempio e testimonianza, Cracolici riassume l’attività svolta dal suo insediamento alla guida della commissione sino a oggi

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.