Condividi

Aderenza terapeutica: l’importanza della comunicazione tra medico – paziente| VIDEO INTERVISTE

sabato 30 Giugno 2018

GUARDA VIDEO INTERVISTE IN ALTO

Si è tenuto oggi a Palermo, nell’hotel NH di via Lincoln, il corso M.A.P., Miglioriamo l’Aderenza del Paziente. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’aderenza terapeutica è definibile come “il grado di effettiva coincidenza tra il comportamento individuale del paziente e le prescrizioni terapeutiche ricevute dal personale sanitario curante”. Questo concetto si riferisce tanto alle prescrizioni farmacologiche, che alle indicazioni relative alla dieta e allo stile di vita. Tra le problematiche da considerare quando si tratta dell’aderenza vanno distinte le condizioni di non aderenza non intenzionale da quella intenzionale.

Per non-aderenza non intenzionale si intende la mediocre qualità di comunicazione tra medico e paziente. Il paziente non comprende completamente la necessità della cura e è in grado di seguire le prescrizioni, dimenticando di assumere il farmaco assegnatogli.

Invece, per non-aderenza intenzionale si intende il paziente che comprende cosa dovrebbe fare ma decide diversamente, si tratta di convinzioni erronee circa la natura della malattia (causa, durata e complicanze) e circa il valore delle terapie farmacologiche, ossia la paura dei possibili effetti collaterali e delle reazioni avverse da farmaci.

Questo significa che la non aderenza alla terapia può portare al problema diffuso dell’inefficacia totale o parziale della terapia.

Arnas civico palermoL’aderenza al trattamento terapeutico  – afferma il professore Salvatore Corrao direttore U.O.C. di Medicina interna all’Arnas Civico Palermo – rappresenta un elemento chiave per una terapia efficace, ma la mancata di questa rappresenta un diffuso problema in tutto il mondo soprattutto per quanto riguarda i pazienti affetti da malattie croniche. L’obiettivo di questo corso è quello di rendere tutti i partecipanti consapevoli della importanza dell’aderenza alla terapia per una corretta ed appropriata gestione del paziente cardiopatico iperteso”.

Arnas civico palermoL’ipertensione arteriosa – afferma il dottore Luigi Calvo specialista Medicina interna Arnas Civico Palermo –  è il principale fattore di rischio per le malattie cardiovascolari. In Italia una persona su tre è affetta da questa patologia, addirittura le statistiche indicano che il 50% della popolazione più anziana, quindi a partire dai 65 anni, è quella ad essere maggiormente colpita. E lo scopo di questa giornata, è quello di creare un confronto, tra chi opera in sanità,  per discutere dell’appropriatezza terapeutica e dell’importanza della comunicazione tra medico e paziente “.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Cracolici: “La mafia ha scelto forme diverse per infiltrarsi nei territori”

Nel nome di Falcone, di Borsellino e dei simboli dell’Antimafia che hanno saputo essere esempio e testimonianza, Cracolici riassume l’attività svolta dal suo insediamento alla guida della commissione sino a oggi

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.