Condividi

Caso Montante, i tre indagati Schifani, Esposito e Cuva non rispondono ai Pm

venerdì 25 Maggio 2018
renato-schifani

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere davanti ai pm di Caltanissetta l’ex presidente del Senato Renato Schifani, l’ex capo dell’Aisi Arturo Esposito e il docente universitario Angelo Cuva indagati per rivelazione di segreto istruttorio nell’ambito dell’inchiesta sull’ex presidente di Sicindustria Antonello Montante, accusato di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione.

Schifani, senatore di Fi, avrebbe depositato ai magistrati una richiesta di trasferimento degli atti alla Procura di Palermo competente a indagare, secondo i suoi legali, visto che i presunti reati di rivelazione del segreto investigativo e favoreggiamento a lui contestati sarebbero stati commessi nel capoluogo.
Avrebbero, invece, risposto ai magistrati, respingendo le accuse, gli altri indagati interrogati: l’ex direttore dello Sco della polizia Andrea Grassi e Andrea Cavacece, capo reparto dell’Aisi.

Secondo i magistrati Montante avrebbe organizzato una rete di spionaggio corrompendo esponenti delle forze dell’ordine e dei Servizi per acquisire notizie sull’inchiesta per concorso esterno in associazione mafiosa aperta a Caltanissetta. Finito ai domiciliari, è stato portato ieri in carcere perché tentava di inquinare le prove.

Per i pm Renato Schifani avrebbe rivelato notizie coperte da segreto – apprese dall’ex direttore dell’Aisi Esposito che a sua volta le aveva avute da altri appartenenti alle forze di polizia – relative all’inchiesta che ha portato all’arresto dell’ex presidente di Sicindustria Montante.

In particolare, avrebbe riferito al docente universitario Angelo Cuva che il colonnello Giuseppe D’Agata, anche lui arrestato, era coinvolto nell’inchiesta Montante.

Grassi, invece, avrebbe rivelato a Cavacece che erano state disposte delle intercettazioni nei confronti di Montante e che il colonnello D’Agata era indagato nello stesso procedimento in cui era coinvolto l’ex presidente di Sicindustria. Cavacece, sostiene sempre l’accusa, a sua volta avrebbe rivelato che vi erano intercettazioni nei confronti di Montante sia al suo capo, il generale Esposito, sia a D’Agata.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.