Condividi
La risposta

Coldiretti Sicilia contro la mozione di Sud chiama Nord: “L’agricoltura non è merce di scambio elettorale”

martedì 4 Giugno 2024

“La responsabilità delle scelte politiche non è dei dirigenti degli assessorati, bensì da coloro che sono stati democraticamente eletti e quindi devono lavorare per il bene dei cittadini su cui ricadono le scelte”.

Lo afferma Coldiretti Sicilia con riferimento alla mozione presentata da alcuni deputati regionali con cui è stata richiesta la rimozione del direttore generale del dipartimento dell’agricoltura, Dario Cartabellotta.

Giuseppe Lombardo

Sud chiama Nord chiede la revoca dell’incarico di direzione generale del Dipartimento regionale Revoca dell’incarico di direzione generale del Dipartimento regionale dell’agricoltura al dirigente Dario Cartabellotta. “La gestione delle politiche agricole regionali deve essere basata su principi di trasparenza, chiarezza normativa e stabilità, garantendo agli agricoltori certezza nelle decisioni e nei regolamenti che influenzano direttamente il loro operato e i loro investimenti” spiega il deputato regionale di Sud chiama Nord Giuseppe Lombardo.

“Si tratta di un intervento non comprensibile soprattutto perché avviene a pochi giorni dalle elezioni e quindi dimostra ancora una volta che l’agricoltura viene strumentalizzata a fini elettorali”.

La richiesta di revoca nasce dalla considerazione che il 30 maggio 2024 “il Dirigente generale del Dipartimento regionale dell’agricoltura, Dario Cartabellotta, ha modificato le regole relative alla vendemmia verde l’ultimo giorno utile, creando confusione e disagi tra gli agricoltori e provocando un impatto significativo sulle pianificazioni e le aspettative degli agricoltori che avevano già preso decisioni basate sulle regole precedentemente comunicate”. Ma non solo perché “Cartabellotta ha sostenuto, senza fornire adeguate spiegazioni, l’impossibilità di cumulare i contributi della vendemmia verde con gli indennizzi delle misure agroambientali, penalizzando gli agricoltori che, in buona fede, avevano programmato le loro attività considerando il cumulo delle misure di sostegno come possibile e legittimo, come peraltro già fatto per la vendemmia verde 2020 senza nessuna contestazione da parte del Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste, dell’Agea e degli organi Unionali competenti” si legge nella richiesta presentata al governo regionale e all’assessore regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea. Oltre a chiedere la revoca di Dario Cartabellotta, i deputati regionali del gruppo Sud chiama Nord chiedono al Governo regionale una revisione immediata delle decisioni prese riguardo la vendemmia verde per trovare una soluzione che possa mitigare i danni subiti dagli agricoltori e ristabilire un quadro normativo chiaro e stabile.

In merito alla vicenda arriva la precisazione dalla Regione secondo cui il bando Vendemmia Verde pubblicato il 9 aprile 2024 prevedeva espressamente a pag 12 e scritto in grassetto la NON CUMULABILITA’ tra l’aiuto per la vendemmia verde e gli altri aiuti del PSR (biologico, 10,1 B).

In base alla richiesta del Tavolo Vitivinicolo Regionale l’Assessorato ha inoltrato alla Commissione Politiche Agricole la richiesta di ammettere la cumulabilità che a sua volta l’ha chiesta al Ministero della Sovranità Agricola, Alimentare e Forestale responsabile della gestione del Programma Nazionale di Sostegno del Settore Vitivinicolo.

Poiché la cumulabilità degli aiuti (Vendemmia verde + PSR) non è stata approvata si è provveduto ad informare gli agricoltori prima che procedessero con le operazioni di vendemmia verde nel rispetto del principio di informazione e trasparenza.

CLICCA QUI per la nota della Regione.

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.