Condividi

Comunali 2018: viaggio tra eternit, topi e macerie. Bramanti: “Vergognose le baracche di Messina”

mercoledì 30 Maggio 2018
baracche-messina

Dino Bramanti, candidato sindaco alle elezioni del 10 giugno a Messina, si è recato oggi in visita alle baracche, zona che più di ogni altra rappresenta la grande ferita al cuore della città dello Stretto. Insieme a Bramanti c’era anche Pino Falzea, assessore da lui designato per la Giunta in caso di successo del centrodestra alle ormai imminenti Amministrative in agenda tra due domeniche.

“Sono sconcertato da quello che ho vistoha evidenziato Bramanti al termine del sopralluogo -. E’ un pugno allo stomaco, una condizione di disagio davvero impressionante. Non mi capacito di come la politica abbia potuto ignorare sino a questo momento, per una infinità di anni l’emergenza delle baracche. Vergogna, ecco quello che provo ogni volta che vado in mezzo alle baracche a parlare con le persone abbandonate a loro stesse e che vivono in questi quartieri fra eternit, topi e macerie. Come oggi al Rione Taormina. Non voglio dire altro, provo solo vergogna per chi non ha mai fatto nulla per tutte queste migliaia di persone”.

La svolta in arrivo di cui ha parlato a più riprese il sindaco in carica Renato Accorinti lì non è mai arrivata. Ed appare in realtà ancora molto lontana. “La realtà in cui è costretta a vivere qui la gente è sotto gli occhi di tutti, c’è da poco da dire e c’è poco da commentare o da interpretare. Bisogna soltanto rimboccarsi le maniche e assumersi la responsabilità di porre in essere tutti gli atti concreti necessari”, ha aggiunto Bramanti che insieme a Falzea ha fatto il punto della situazione, in termini tecnici e strategici, su quelli che dovranno essere gli interventi da concretizzare nella prossima legislatura se la coalizione di centrodestra otterrà l’affermazione alle urne.

“Sto incontrando tanta gente anche in altre aree della città e sono realmente tanti i problemi da affrontare in città – ha concluso Bramanti -. Un altro emblematico esempio è quello del malcontento di chi lavora al mercato di Giostra, dove da 6 settimane gli operatori di Messina servizi non puliscono l’area e si trovano a lavorare in condizioni igienico sanitarie vergognose”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Francesco Zavatteri: “Giovani fuorviati dal crack, crea una barriera insormontabile” CLICCA PER IL VIDEO

L’intervista de ilSicilia.it a Franco Zavatteri, padre di Giulio, giovane artista palermitano, ucciso da un’overdose di crack all’età di 19 anni il 15 settembre 2022. Il ricordo del figlio, l’impegno quotidiano per sensibilizzare sul tema delle droghe nelle scuole, l’importanza di strutture sul territorio come la “Casa di Giulio” e il centro di pronta accoglienza…

BarSicilia

Bar Sicilia, Di Sarcina e la rivoluzione dei porti del mare di Sicilia Orientale CLICCA PER IL VIDEO

Dal Prg del porto di Catania ai containers ad Augusta, passando per lo sviluppo di Pozzallo e l’ingresso di Siracusa nell’AP, il presidente Di Sarcina spiega obiettivi e progetti

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.