Condividi

Distilleria Bertolino di Partinico, stop dei consiglieri di Alcamo

mercoledì 28 Dicembre 2016

Lo scorso settembre il consiglio comunale di Partinico ha votato la variante urbanistica che ha permesso la delocalizzazione della distilleria Bertolino. Adesso i consiglieri di Alcamo ha mandato le osservazioni tramite Pec puntando il dito sull’organo consiliare partinicese colpevole di avere approvato una delibera a suo dire” viziata sia sul piano tecnico che formale“. Le osservazioni poste dai consiglieri di Alcamo erano già state presentate dal comitato intercomunale, di cui fanno parte anche Balestrate, Trappeto e Castellammare del Golfo.

In primis è stato contestato il fatto che l’area in cui dovrebbe allocarsi la distilleria è sovradimensionata rispetto agli impianti da insediare dell’industria in contrada Bosco Falconeria, all’interno del territorio di Partinico ma all’esatto confine con Alcamo. Inoltre viene fatto presente anche il mancato pronunciamento del Suap del Comune di Partinico all’interno del procedimento, lo sportello delle attività produttive. Tra le altre osservazioni anche l’impatto ambientale e visivo per i turisti che si ritroveranno davanti una ciminiera, al di là poi del suo reale effetto inquinante nell’aria, e la mancata attuazione di uno studio specifico: “Quantomeno sarebbe stato necessario lo screening previsto nella valutazione d’impatto ambientale”, evidenzia il consigliere comunale di Alcamo Vittorio Ferro.

gianluca-ricupatiAmbientalisti  e consiglieri di opposizione di Partinico seguono la scia degli alcamesi. “Si tratta solo di una finta delocalizzazione – dice il consigliere Gianluca Ricupati (nella foto) – perché quello che sorgerà in contrada Bosco Falconeria sarà un impianto ex novo. D’altronde è la stessa distilleria che sostiene, nel progetto di massima depositato al Comune, che ha bisogno di riconvertirsi e spostare le sue attenzioni verso altre produzioni”.

Ma il sindaco di Partinico Salvo Lo Biundo respinge tutte le accuse sostenendo come si tratti di “inutili ostruzionismi” e ribadendo che nessuna norma è stata violata.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.