Condividi

Hub di Bagheria, arrivano le prime vaccinazioni nel pomeriggio

giovedì 13 Maggio 2021

Prime vaccinazioni questo pomeriggio a Bagheria, nell’Hub provinciale realizzato dall’Asp di Palermo in collaborazione con la Protezione civile regionale, il Comune di Bagheria e la Città Metropolitana. La struttura, allestita all’interno del Palazzetto dello sport “Dalla Chiesa-Setti Carraro” di Piazza di Piazza Sant’Ignazio di Loyola, garantirà a regime 1.500 somministrazioni al giorno.

“Ad un intenso programma di iniziative nelle isole e nei comuni montani, si associa il massimo impegno per arricchire la dotazione di strutture da dedicare esclusivamente alla vaccinazione di massa – ha sottolineato il Direttore generale dell’Asp, Daniela Faraoni – dopo l’Hub di Misilmeri, già pienamente operativo, si aggiunge oggi quello di Bagheria e domani mattina anche quello di Cefalù, mentre la prossima settimana attiveremo a Palermo il primo Hub vaccinale, realizzato all’interno di un centro commerciale (La Torre, ndr). Contiamo in questo modo di andare incontro a tutte le esigenze dei cittadini ai quali rivolgiamo l’appello a vaccinarsi. Tutti i prodotti sono sicuri e tutti ci danno la concreta speranza di venire fuori da una pandemia che ha sconvolto e condizionato le nostre vite”.

L’Hub di Bagheria è aperto sette giorni su sette dalle ore 8 alle 20. Nella struttura, dotata di 14 poltrone vaccinali, lavorano 100 operatori divisi in due turni tra medici, infermieri, farmacisti e personale amministrativo. Con la creazione di un Hub in grado di soddisfare la richiesta di tutto il comprensorio, cessano l’attività di vaccinazione anticovid i Centri di Piazza Liszt 32  e di via Bernardo Mattarella a  Bagheria.

Intanto domani (venerdì 14 maggio) alle ore 9 verrà attivato il terzo Hub vaccinale. E’ stato realizzato a Cefalù – sempre in collaborazione con la Protezione Civile regionale, la locale Amministrazione comunale e la Città Metropolitana – nel Palazzetto dello Sport “Marzio Tricoli”. Sono state allestite 16 poltrone vaccinali, 30 per l’anamnesi e 4 per il rilascio di certificazioni. Per ogni turno di lavoro saranno impegnati 16 medici ed altrettanti infermieri. (NR)

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, i beni culturali fonte di reddito per l’Isola. Malfitana: “Sviluppare opportunità di lavoro per i nostri giovani” CLICCA PER IL VIDEO

E’ importante creare una sana sinergia tra il pubblico e il privato per mettere a frutto tutte le potenzialità dei nostri beni culturali

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.