Condividi

Il paziente al centro dell’evento “La Sanità segue la  Cultura” | Video interviste

mercoledì 20 Febbraio 2019

 

Guarda video interviste in alto

Matera Capitale europea della cultura 2019 è stata scelta, il 16 e il 17 febbraio, per il corso “La Sanità segue la  Cultura“, il provider scientifico e la segreteria organizzativa dell’evento è stato gestito da Collage s.p.a. di Piero Sola.

Matera è stata scelta per questo evento proprio per la capacità di proporsi attraverso nuove metodologie e processi di apprendimento, come guida di un movimento finalizzato all’abbattimento degli ostacoli che impediscono l’accesso alla cultura.

Un piano di “Rinascimento del Mezzogiorno”, di una politica di inclusione e di approccio alle nuove tecnologie per incidere positivamente sul piano socio-culturale. Questi ambiti non possono ignorare l’importanza degli aspetti sanitari e socio-sanitari, in cui la “Sanità come Cultura” contribuisce al miglioramento dello stato di salute della popolazione.

In questo contesto una vera governance di sistema, la sinergia tra pubblico e privato e il contesto economico, devono contribuire al rafforzamento del Sistema Sanitario, rendendolo prima di tutto credibile e quindi sostenibile, per realizzare un percorso ideale di migliore accesso alle cure.

Un evento importante –  afferma il professore Salvatore Corrao, università di Palermo, Arnas Civico – dove sono emersi su tutti quegli elementi utile per comprendere come rendere sostenibile il Sistema anche se la parte politica molto spesso non tiene conto dell’importanza di tutte le figure che dovrebbero collaborare fra di loro, come il medico di medicina generale, il farmacista ospedaliero, il farmacista delle aziende sanitarie, insomma un modo per rivedere le cronicità e parlare di come fare interagire tra di loro i professionisti“.

La giornata di oggi ha un comune denominatore – ha detto il professore Nicola Scichilone, università degli studi di Palermo – ossia il paziente anziano, complesso, un paziente cronicamente critico, e quindi necessita di un approccio multidisciplinare, dove le figure che si interfacciano e interagiscono devono avere al centro la salute del paziente, tenendo conto dell’efficacia dei trattamenti e anche delle possibili interazioni farmacologiche e quindi degli effetti indesiderati, tutto questo nel rispetto reciproco e col confronto con le istituzioni“.

Questa due giorni è un progetto condiviso coi colleghi di Palermo – afferma la dottoressa Franca Matilde Gallo, pneumologia territoriale – ASM Matera – perchè Palermo è stata capitale italiana della cultura 2018 e Matera sarà capitale europea della cultura 2019 quindi un percorso sanitario e culturale che vede al centro di tutto questo il paziente, un lavoro condiviso da gruppi importanti che sono le università, il territorio, le società scientifiche. Dobbiamo sempre più condividere percorsi concreti che rendano sostenibili il nostro servizio sanitario nazionale nell’ottica di migliorare la qualità di vita dei pazienti“.

LEGGI ANCHE:

“La sanità segue la cultura” a Matera per progettare il Sistema del futuro | Videointerviste

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
BarSicilia

Assessore Messina: “Maggio 2023, siciliani alle urne. Province? Legge entro l’anno e voto nel 2024” CLICCA PER IL VIDEO

L’assessore regionale alle Autonomie Locali e alla Funzione Pubblica, Andrea Messina è l’ospite della puntata 226 di Bar Sicilia. Intervistato da Maurizio Scaglione e Marianna Grillo, Messina ha parlato di diversi argomenti tra cui le prossime amministrative siciliane, dei tempi necessari al ripristino delle ex Province, delle difficoltà in cui versano i Comuni e delle…

La Buona Salute

La Buona Salute 62° puntata: Tecnologia Sanitaria

La 62^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’evoluzione tecnologica in ambito sanitario. Enormi vantaggi e miglioramento della vita per un nutrito numero di pazienti siciliani

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.