Condividi

Il regista palermitano Carleo al Festival del cinema di Venezia con “Parru pi tìa”| VIDEO

venerdì 31 Agosto 2018

Guarda il video in alto

Un uomo di mare in laguna. Lui è il regista palermitano Giuseppe Carleo che con “Parru pi tìa“parteciperà al concorso “I love Gai” (Giovani autori italiani). Si tratta di un cortometraggio inserito all’interno della 75esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, il concorso si terrà al Lido Venezia.

A presentare l’opera di Carleo saranno Rita Vinci e Nicoletta Cataldo. Una pellicola dalle tinte agrodolci che cova un incendio sotto la cenere e che ha conquistato i selezionatori che lo hanno scelto.

giuseppe-carleo
Giuseppe Carleo

Lo storytelling del filmato si snoda attorno ad una Sicilia, cupa e negletta, lo spettatore viene trascinato per le vie di un poetico abbacinante squallore fino a non distinguerne più i colori. Fotogrammi al neon di palazzoni di cemento scarso nelle periferie diroccate, ombre tumorali che sbucano senza speranza nè futuro di una città, Palermo, che ti permea con la sua aura ovattata di un’estasi al color giallo ocra.

Questo è lo sfondo, questa è la strada con i suoi farisaici codici indecifrabili per chi non l’ha vissuta dal di dentro e queste le sabbie mobili dove agiscono muscolarmente i protagonisti che si muovono tra speranze tradite, cicatrici cauterizzate dal tempo e il sordo dolore di chi non ha mai smesso di soffrire. Storie d’amore, sì anche quelle. Parru cu tia

La trama gira attorno alla figura di Miriam Dalmazio, Annarita, e della nonna che vive all’ombra del ricordo del marito morto cui ha dedicato un “tosello”, un altarino, con tanto di lumini e crocifissi.

Ma Annarita non è la sola interprete femminile di “Parru pi tìa“, reale fino alle estreme conseguenze, Carleo declina il nucleo familiare occidentale di impostazione matrilineare spiegando il “geistesgeschichte” siculo a chi Siciliano non Parru pi tialo è.  Nascono così gli altri personaggi che accompagnano Miriam Dalmazio, tre donne: nonna, madre e figlia.

“I love Gai” è arrivato alla terza edizione e come ogni anno dà spazio ai nuovi talenti emergenti del panorama cinematografico italiano. In tutto, sono quindici i cortometraggi che partecipano, diretti tutti da registi al di sotto dei 40 anni. Oggi è la giornata prevista per le proiezioni, la “prova del nove” per i registi che hanno superato una selezione cui hanno partecipato oltre duecento candidati.

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, parla il Prefetto Cucinotta: “Tuteleremo fondi Pnrr da infiltrazioni mafiose. E’ un problema nostro” CLICCA PER IL VIDEO

Il Prefetto di Palermo Maria Teresa Cucinotta intervistata a margine dell’iniziativa “Giornata della Trasparenza”, organizzata dall’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, ha fatto il punto sugli strumenti a disposizione della Giustizia per evitare il rischio di infiltrazioni mafiose sui fondi Pnrr e sulle grandi opere pubbliche

BarSicilia

A Bar Sicilia l’assessore regionale Scarpinato: “Ecco il nostro Turismo 4.0” CLICCA PER IL VIDEO

E’ Francesco Scarpinato, l’ospite della puntata numero 217 di Bar Sicilia. L’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo ha parlato del futuro della Sicilia e dei progetti legati al settore che è considerato il volano dell’economia dell’Isola. A intervistarlo, come sempre, il direttore Marianna Grillo e l’editore Maurizio Scaglione. Scarpinato raccoglie un’eredità importante lasciata dall’ex…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.