Condividi

In Sicilia si formano esorcisti: l’incontro a Pergusa

mercoledì 16 Febbraio 2022

Dal 9 al 12 Febbraio si è svolta a Pergusa la 17esima edizione dell’incontro di formazione degli esorcisti di Sicilia. 

L’incontro dal nome “In terra di Sicilia la destra del Signore ha fatto meraviglie di liberazione”, è un appuntamento organizzato dal Centro regionale “Giovanni Paolo II” che, per conto della Conferenza episcopale siciliana, e che si occupa della formazione degli esorcisti delle diciotto diocesi Isolane.

A capo dei lavori c’è fra Benigno Di Gesù e i partecipati di tutte le Chiese di Sicilia, hanno visto al centro della loro attenzione “Il diavolo e i suoi attacchi al matrimonio“, tema principale di approfondimento, ma anche titolo di un libro che uscirà a breve. “Si tratta senz’altro di un attacco che il diavolo sferra nei confronti della famiglia: si inserisce nei punti deboli delle coppie – ha detto fra Benigno – e li amplifica”.

Nel fatto che “la coppia è immagine di Dio“, che “guardando una coppia, un uomo e una donna uniti dal sacramento del matrimonio, è possibile contemplare il mistero trinitario” sta, per il frate a cui i vescovi di Sicilia hanno affidato la formazione degli esorcisti, il perché “il diavolo ha così in odio la famiglia”.

Nelle parole del frate possessioni e vessazioni e la testimonianza dell’opera grande del Signore nella liberazione delle vittime. Ma il suo dire è soprattutto un’occasione per riflessione sul sacramento del matrimonio e una sorta di catechesi destinata a chi è sposato e a chi intende farlo: a chi pensa di chiedere la consacrazione del proprio amore, fra Benigno avverte di essere certi e pronti di voler “rappresentare Dio all’altro”, “la sua misericordia” oppure “sarà meglio desistere”. A chi è già marito e moglie consiglia di “vivere in amicizia con il Signore Gesù“, con Lui presente all’interno della coppia e della famiglia, e il diavolo starà lontano.

Nel corso dell’Incontro di formazione sono stati affrontati anche altri temi: “Il maleficio nelle sue diverse forme” a cura di fra Benigno; “Il discernimento per una diagnosi differenziale” e “Le tecniche di controllo mentale nel mondo settario” di fra Mauro Billetta; “L’intervento di Maria SS. nella liberazione di Giulia, convinta di essere pazza, ma che risultò essere invece posseduta” di don Francesco Amante; “Tra un esorcismo digitale e il satanismo fai da te” di mons. Sebastiano Amenta; “Ho lottato nel buio. Dal buio sono emersa” di don Tonino Schifilliti.

Ad intervallare ogni giorno i momenti di formazione, confronto e studio, la preghiera comunitaria e la messa.

In diversi momenti, ai lavori di formazione degli esorcisti di Sicilia hanno preso parte anche: mons. Rosario Gisana, vescovo di Piazza Armerina, diocesi che ha ospitato l’incontro; mons. Cesare Di Pietro, vescovo ausiliare di Messina e delegato CESi per la Liturgia; mons. Salvatore Gristina, amministratore apostolico di Catania e Presidente della Conferenza episcopale siciliana.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.