Condividi

Inaugura allo Zen2 il Punto Luce di Save the Children. Orlando: “Insieme si può” [Video]

giovedì 22 Dicembre 2016

Il quartiere dello Zen2 di Palermo non è più solo; da tempo, ormai. Se prima viveva la condizione marginale, lasciato al suo destino, adesso associazioni e volontari stanno completando un percorso che prevede l’inserimento nelle politiche sociali e di sviluppo. Con la costruzione del campo di calcetto e il ripetuto coinvolgimento di artisti e volontari che scelgono le vie dello Zen, il quartiere cerca di oltrepassare le cataste di rifiuti e di detriti che ancora lo affliggono.

Ieri è stato inaugurato un nuovo ‘punto luce’, uno spazio allegro, bene arredato, accogliente, in cui i bambini e i ragazzi dello Zen 2, ma anche le loro famiglie, impareranno a sentirsi a casa. Lo spazio verrà gestito grazie al coordinamento delle due associazioni Save the Children e Zen Insieme. “Siamo particolarmente orgogliosi – dice Valerio Neri, direttore di Save the Children – La Sicilia è una delle regioni dove i bambini soffrono di più la mancanza di servizi e sostegni per crescere e sviluppare le proprie aspirazioni e le proprie capacità. Bisogna invertire la tendenza“.

Quello del padiglione compreso tra le vie dedicate a due campioni del ciclismo come Costante Girardengo e Fausto Coppi è il terzo spazio aperto in Sicilia dall’associazione, dopo quello alla Zisa e quello di San Giovanni Galermo a Catania, e diventa il ventesimo centro in Italia per il contrasto della povertà educativa. Bambini e ragazzi potranno usufruire tutti i pomeriggi del servizio di sostegno scolastico e partecipare ad attività motorie e sportive come laboratori di invito alla lettura, musica, teatro, calcetto, danza, educazione all’uso dei new media.

La presidente di Zen Insieme Mariangela Di Gangi è raggiante, finalmente i frutti di tanti anni di duro e silenzioso lavoro cominciano a toccare e sensibilizzare tutta la città. “Oggi, grazie a Save the Children, ma anche grazie a tutti coloro che in questi anni ci hanno sostenuto, è per noi un nuovo inizio che parte da una struttura che pensiamo come un luogo aperto, strumento vivo di riscatto per tutta la comunità dello Zen 2“.

Inauguriamo così Palermo capitale italiana dei giovani, a dimostrazione che insieme si può“, è entusiasta anche il sindaco Leoluca Orlando, presente all’evento insieme al comandante della stazione dei carabinieri, Davide De Novellis. Grazie ai suoi uomini che svolgono attività di doposcuola, i bambini dello Zen2 si inseriscono nel rispetto delle regole e dell’importanza allo studio consapevole.

Anche l’eurodeputato Caterina Chinnici sottolinea l’importanza di una struttura come questa: “Considero prezioso il contributo delle Ong e del privato sociale, alleati essenziali per le istituzioni pubbliche, che solo con le proprie forze non potrebbero garantire questi servizi”.

Il nuovo polo educativo, uno spazio di circa 700 metri quadrati, è stato realizzato in collaborazione con il Comune di Palermo, e grazie al grande contributo dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani e al sostegno di Fondazione Bnl. Perché attraverso la conoscenza i ragazzi possano trasformare la propria vita.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.